Somalia: il neoeletto presidente nomina il personale provvisorio del palazzo presidenziale

Pubblicato il 18 febbraio 2017 alle 7:00 in Africa Somalia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Giovedì 16 febbraio, il presidente ha rilasciato un comunicato stampa, annunciando la nomina di un team provvisorio.

Farmajo ha scelto Hussein Mohamud Moallim, alto funzionario della National Intelligence and Security Agency (NISA), come consigliere della sicurezza nazionale. Siad Mohamed Shireb, invece, rappresenterà la Somalia presso l’Unione Europea.

Il Presidente Farmajo ha ringraziato l’ex presidente Hassan Sheikh Mohamud per il servizio reso al paese e ai cittadini, dopo il passaggio di poteri avvenuto nella capitale, Mogadiscio. “La storia è stata fatta. Abbiamo intrapreso un cammino verso la democrazia e ora voglio congratularmi con Mohamed Abdullahi Farmajo”, ha dichiarato Mohamud.

Durante la cerimonia, due civili sono stati uccisi in un attacco di al-Shabaab, fuori dal palazzo presidenziale. Nonostante l’organizzazione terroristica, affiliata ad al-Qaeda, abbia perso le sue principali roccaforti, continua a compiere attentati nella capitale. Recenti obiettivi sono stati alberghi e posti di blocco gestiti dalle forze di sicurezza della Somalia o dalla missione di pace dell’Unione Africana, che sta cercando di stabilizzare il paese.

Farmajo è stato eletto presidente l’8 febbraio, ottenendo 184 voti su 328. Le elezioni si sarebbero dovute svolgere subito dopo quelle parlamentari nell’autunno del 2016 ma sono state rinviate più volte, a causa dello stallo politico, dell’impossibilità di rispettare le scadenze relative alle elezioni parlamentari e di generali problemi di sicurezza. Dal 1991, la Somalia era priva di un governo centrale pienamente funzionante.

Di recente, il paese è diventato un partner sempre più importante per gli Stati Uniti, grazie agli sforzi congiunti nella lotta contro il terrorismo.

Mohamed Abdullahi Farmajo, presidente somalo. Fonte: Wikipedia

Mohamed Abdullahi Farmajo, presidente somalo. Fonte: Wikipedia

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.