Esercito pachistano consegna a Kabul la lista dei 76 terroristi ricercati da Islamabad

Pubblicato il 17 febbraio 2017 alle 18:46 in Asia Pakistan

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Secondo l’Inter Services Public Relations (ISPR) dell’esercito pachistano, i vertici dell’esercito pachistano avrebbero chiesto a Kabul di consegnarle ovvero di agire immediatamente per fermare 76 pericolosi terroristi pachistani, i quali avrebbero riparato in Afghanistan proprio per sfuggire alle autorità pachistane. Islamabad teme infatti che i suddetti terroristi, ricercati dall’esercito pachistano, possano continuare a usare in maniera indisturbata le proprie presunte basi operative afghane, da cui avrebbero condotto numerosi attacchi terroristici a danno del Pakistan.

Bandiera dell'esercito pachistano. Foto di Himasaram. Fonte: Wikimedia Commons (Aprile 2007)

Bandiera dell’esercito pachistano. Foto di Himasaram. Fonte: Wikimedia Commons (Aprile 2007)

Il Maggiore-Generale Asif Ghafoor, portavoce dell’esercito pachistano, ha riferito che alcuni funzionari dell’ambasciata afghana sarebbero stati convocati presso il quartier generale dell’esercito pachistano a Rawalpindi, città della provincia del Punjab. In tale occasione, l’esercito pachistano avrebbe fornito alla controparte afghana la lista dei 76 terroristi nascosti nei “safe havens” afghani.

La mossa di Islamabad è dovuta alla recente recrudescenza di attentati terroristici sul suolo pachistano. Ieri notte, subito dopo la dichiarazione rilasciata dal capo dell’esercito pachistano, il quale avrebbe promesso di placare l’ondata di terrore che sta travolgendo il paese, le forze di sicurezza hanno chiuso il confine tra Pakistan e Afghanistan. Le comunicazioni al confine sono state interrotte a tempo indeterminato, ovvero fino a nuovo ordine.

Un ufficiale di sicurezza pachistano, in condizione di anonimato, ha riferito a The Express Tribune che la decisione di sigillare il confine tra i due paesi è stata presa a seguito di un incontro ufficiale tra funzionari di alto livello. L’ufficiale ha aggiunto che la chiusura del confine tra Pakistan e Afghanistan implica il divieto di scambi commerciali, trasporti e attraversamenti di persone. Il confine sarà riaperto previo accordo tra le autorità civili e militari competenti.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.