Iran: portavoce Ministero Affari Esteri risponde a Erdoğan

Pubblicato il 16 febbraio 2017 alle 17:11 in Iran Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

 

Il Presidente della Turchia, Erdogan. Fonte: Wikipedia.

In una recente visita in Bahrain, il presidente turco Erdoğan a accusato l’Iran di aver contribuito alla destabilizzazione dell’Iraq e della Siria.
Bahram Qassemi, portavoce del Ministro degli Esteri iraniano, ha reagito a tali dichiarazioni anti-iraniane, sottolineando che la politica estera della repubblica iraniana è orientata alla promozione della sicurezza e della stabilità regionali.

Il portavoce iraniano chiede di distinguere tra attori che contribuiscono alla pacificazione del Medio Oriente e quelli che generano caos e sostengono i gruppi terroristici.
Secondo Qassemi, i paesi che finanziano i gruppi terroristici utilizzandoli come uno strumento per minare la sovranità nazionale e l’integrità territoriale hanno prodotto l’attuale instabilità regionale.
L’Iran, ha ricordato Qassemi, ha fornito sostegno militare e consulenza sia in Iraq, quando l’Isis ha dato avvio alla sua campagna di morte e distruzione, sia in Siria, dove ha assistito il governo nella lotta contro il terrorismo.
Il presidente siriano Bashar al-Assad ha ringraziato i paesi alleati, fra cui Russia e Iran, per aver contribuito alla liberazione della città di Aleppo, centro strategico siriano, avvenuta nel dicembre dello scorso anno.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.