Forze afghane uccidono leader rete Haqqani nel sud-est dell’Afghanistan

Pubblicato il 16 febbraio 2017 alle 19:57 in Afghanistan Asia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Un importante leader del network terroristico Haqqani (HQN) è rimasto ucciso in un attacco aereo condotto dalle forze afghane nella parte sud-orientale dell’Afghanistan. L’Haqqani Network (HQN) è un’organizzazione militante islamista sunnita. Fondata negli anni Ottanta da Jalaluddin Haqqan, opera nella base pachistana del Waziristan del Nord, da dove conduce operazioni transfrontaliere in Afghanistan orientale e a Kabul. La maggioranza dei membri del gruppo appartiene alla tribù Zadran.

Bandiera dell'Afghanistan. Fonte: Wikimedia Commons (23 giugno 2014)

Bandiera dell’Afghanistan. Fonte: Wikimedia Commons (23 giugno 2014)

L’agenzia di intelligence afghana (National Directorate of Security – NDS), ha riferito che il leader del movimento Haqqani ucciso nell’operazione è stato identificato con il nome di Khan Badshah, figlio di Gulab Shah, alias Faryadi.

Secondo quanto riportato dalla Direzione Nazionale della Sicurezza, Khan Badshah è stato ucciso insieme ad altri importanti capi del network Haqqani, tra cui Syedan, braccio destro di Khan Badshah, meglio conosciuto come “Fedayi”, originario del distretto di Orgun, e il leader “Mohsin”, proveniente dal Waziristan del Nord, ucciso mentre era al comando di un gruppo composto da almeno 30 miliziani.

Badshah Khan, incaricato di addestrare gli aspiranti attentatori suicidi, ha svolto un ruolo cruciale negli attacchi terroristici che hanno colpito le province afghane di Khost, Paktia e Zabul. L’intelligence afghana ritiene che il comandante Khan Badshah abbia preso parte ad esecuzioni di massa e a processi pubblici contro civili afghani. Il terrorista avrebbe recentemente giustiziato due giovani, accusati di aver collaborato con le forze di sicurezza afghane. Il leader gestiva le attività della rete Haqqani a Paktika, provincia sudorientale del paese, ma controllava le attività del gruppo anche in altre province del paese.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.