Soldato turco ucciso in operazione contro PKK nei Monti Nur

Pubblicato il 15 febbraio 2017 alle 18:48 in Medio Oriente Turchia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Un soldato turco è rimasto ucciso nella provincia meridionale turca di Hatay, nel corso di un’operazione contro i separatisti curdi del Partito del Lavoratori del Kurdistan (PKK), organizzazione dichiarata fuorilegge da Ankara, e inserita nella lista delle organizzazioni terroristiche dagli Stati Uniti e dall’Unione Europea.

Guerriglia curda del PKK. Fonte: Flickr (3 settembre 2015)

Guerriglia curda del PKK. Fonte: Flickr (3 settembre 2015)

Erdal Ata, Governatore della provincia di Hatay, ha riferito che il sergente specializzato, impegnato in un’operazione di pattugliamento ed esplorazione guidata dal Comando di polizia di Hatay, è stato ucciso nel distretto turco di Dörtyol, nei pressi delle antiche Montagne di Amanos (Monti Nur), che si trovano nel sud del paese, al confine con la Siria. Gli scontri armati tra le forze di sicurezza turche e i guerriglieri del PKK sono ancora in corso.

Fonti di sicurezza anonime hanno riportato che le forze armate turche (Turkish Armed Forces – TSK) avrebbero condotto una breve incursione aerea nella regione montana, distruggendo completamente quattro postazioni del PKK. L’area è sottoposta a speciali misure di sicurezza a causa della presenza di gruppi armati legati al movimento separatista curdo.

Nel luglio 2015, il PKK ha ripreso la sua campagna insurrezionalista, durante la quale sono rimaste uccise circa 1.100 persone tra membri del personale di sicurezza e civili.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.