Attacco suicida a Lahore: 15 morti, 87 feriti

Pubblicato il 14 febbraio 2017 alle 16:10 in Asia Pakistan

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Shahbaz Sharif, Capo Ministro del Punjab, ha proclamato un giorno di lutto dopo la violenta esplosione che ieri ha colpito Lahore, capitale culturale del Pakistan. L’attacco suicida è avvenuto all’ora di punta a Mall Road, una delle arterie principali della città pachistana, in concomitanza con una manifestazione di protesta indetta dai farmacisti. Purtroppo è salito il bilancio delle vittime dell’attacco bomba, rivendicato dai talebani pachistani: i morti accertati sono 15, tra cui 6 ufficiali di polizia. Si contano oltre 87 feriti. I residenti della città lamentano l’incapacità del governo di proteggerli dalla violenza dei gruppi terroristici, nonostante il costante miglioramento della situazione generale di sicurezza nel biennio 2015-2016.

Minar e Pakistan, Lahore, Pakistan. Foto di Lime.adeel. Fonte: Wikimedia Commons (12 marzo 2009)

Minar e Pakistan, Lahore, Pakistan. Foto di Lime.adeel. Fonte: Wikimedia Commons (12 marzo 2009)

Jamaatul Ahrar, distaccamento del gruppo talebano legato all’organizzazione jihadista Tehreek-e-Taliban Pakistan (TTP), ha rivendicato la responsabilità dell’attentato terroristico, a tre giorni dall’annuncio di voler compiere una serie di attacchi contro alcune sedi governative del paese. In un comunicato, un portavoce del gruppo talebano ha fatto sapere che in realtà la bomba di lunedì rappresenta “solo l’inizio”.

In occasioni separate, l’Alto Commissario britannico in Pakistan Thomas Drew e l’Ambasciatore USA David Hale, hanno definito l’attentato “un atto vile”, ed hanno espresso il proprio cordoglio per le numerose vittime dell’attacco a Lahore.

Jamaatul Ahrar aveva già colpito Lahore nel marzo 2016, quando un attentatore suicida si era fatto esplodere in un parco pubblico il giorno di Pasqua, uccidendo oltre 70 persone, tra cui molti bambini.

Subito dopo l’attacco di ieri a Lahore, a Quetta due ufficiali di polizia sono rimasti uccisi e altri nove sono rimasti feriti, a seguito dell’esplosione della bomba che tentavano di disinnescare. L’incidente è avvenuto nei pressi della fermata Karachi, a Sariab Road. Tra le vittime, è stato identificato il Comandante Abdul Razzaq.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.