Scontro tra esercito nigeriano e Boko Haram: 30 militanti e 7 soldati sono rimasti uccisi

Pubblicato il 11 febbraio 2017 alle 19:00 in Africa Nigeria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Uno scontro tra le truppe nigeriane e i militanti di Boko Haram, avvenuto venerdì 10 febbraio nello Stato del Borno, ha provocato 30 vittime tra i militanti di Boko Haram e 7 tra i soldati nigeriani.

Il portavoce della 7° divisione dell’esercito nigeriano, il tenente Col Kingsley Samuel, ha riferito che 19 ufficiali feriti sono stati trasportati all’ospedale militare di Maiduguri, aggiungendo che i terroristi hanno teso un’imboscata alle truppe dell’operazione Lafiya Dole mentre stavano conducendo le operazioni di pattugliamento di routine lungo la strada Ajiri-Dikwa, nello Stato di Borno.

L’operazione Lafiya Dole – operazione pace con ogni mezzo – è una missione militare dell’esercito nigeriano che ha lo scopo di combattere il gruppo terroristico Boko Haram, il quale opera nel Nord-est della Nigeria.

A dicembre 2016 è stata smantellata l’ultima base dell’organizzazione grazie alla lunga campagna militare effettuata nei 1,300 chilometri quadrati della foresta di Sambisa, situata a 60 km da Maiduguri, capitale dello Stato di Borno.

I recenti successi dell’operazione militare hanno determinato la riduzione delle capacità logistiche di Boko Haram, provocando l’esodo di decine di attivisti. Tuttavia, la missione è ancora in atto in quanto l’area del nord-est del paese continua ad essere interessata da scontri da parte di soldati isolati dell’organizzazione terroristica.

Esercito nigeriano. Fonte: Wikimedia Commons

Esercito nigeriano. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.