ISIS: università di Mosul usata per produrre armi chimiche

Pubblicato il 8 febbraio 2017 alle 9:00 in Iraq Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Ad avviso delle autorità irachene, l’ISIS ha utilizzato l’Università di Mosul come laboratorio per produrre armi chimiche.

La notizia è stata riferita ieri dal Pentagono. Il gruppo terroristico ha occupato gli edifici dell’Università irachena durante i due anni in cui ha avuto il controllo di Mosul, usandoli per fabbricare armi chimiche. Il portavoce del Pentagono, Capitano della Marina Jeff Davis, ha riferito che i test effettuati dalle attività irachene hanno rilevato la presenza di senape di zolfo. “L’Università di Mosul è stata un luogo chiave per il programma delle armi chimiche dell’ISIS”, ha spiegato Davis, aggiungendo di credere che le sostanze rilevate dai test siano state utilizzare dai jihadisti non per uccidere, ma per spaventare le persone.

Dopo più di tre mesi di assedio da parte dell’esercito iracheno e della coalizione internazionale guidata dagli USA, i militanti dell’ISIS sono stati cacciati dall’area est della città, ma hanno ancora il controllo della parte occidentale di Mosul.

Gli ufficiali delle Nazioni Unite hanno riferito che il costo per rimuovere le mine, il materiale esplosivo e le trappole lasciate dai terroristi nella città irachena è di 50 milioni di dollari. “Tenendo in considerazione la contaminazione di Mosul avremo bisogno di 50 milioni di dollari, e di altri 50 milioni per il resto del paese”, ha riferito Paul Heslop, capo del programma di pianificazione e gestione della UN Mine Action Service.

La UN Mine Action Service è un servizio di azione umanitaria creato nel 1997 dall’Assemblea Generale dell’ONU per coordinare e supportare l’azione delle Nazioni Unite nella gestione dei pericoli esplosivi, come mine o missili inesplosi nei territori effetti da conflitti.

Mosul, Iraq. Fonte: Wikimedia Commons

Mosul, Iraq. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.