Nuovi sbarchi di migranti in Calabria e in Sicilia

Pubblicato il 7 febbraio 2017 alle 11:00 in Europa

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

612 migranti provenienti dall’Africa, ieri, sono arrivati al porto di Vibo Valentia, a sud della regione Calabria.

La sera di domenica, la guardia costiera italiana ha avvistato il barcone al largo delle coste libiche ed è intervenuta in suo salvataggio. Tra i nuovi arrivati ci sono 61 donne, 97 minori, 91 dei quali non sono accompagnati. 22 migranti sono stati messi sotto osservazione dallo staff medico di Vibo Valentia presso un campo-ospedale allestito al porto. La guardia costiera italiana ha riferito che 150 degli individui arrivati sono marocchini e non hanno le condizioni per poter richiedere asilo politico. Non potendo ricevere nemmeno lo status di rifugiati, i migranti in questione dovranno lasciare tutti l’Italia.

Un’altra nave con a bordo 494 persone è stata salvata nel Canale di Sicilia ed è stata successivamente portata al porto commerciale di Augusta, nella mattina di lunedì. Intanto, gli investigatori di Siracusa hanno identificato due trafficanti di esseri umani collegati ad un ulteriore sbarco, avvenuto domenica, che ha portato 787 rifugiati. Molti di loro dichiarano di essere partiti dal porto di Sabrata, in Libia, la notte del 2 febbraio, e di aver pagato 2,500 dinari (circa 1,700 euro) ciascuno per il viaggio.

La porzione di Mediterraneo che si torva tra la Libia e l’Italia costituisce la tratta migratoria principale per gli individui che vogliono raggiungere l’Europa, spesso gestiti dai trafficanti di esseri umani che operano dalle coste del Nord Africa.

Una pattuglia della guardia costiera italiana. Fonte: Wikimedia Commons

Una pattuglia della guardia costiera italiana. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.