L’Iran rifiuta le accuse “infondate” di Trump

Pubblicato il 3 febbraio 2017 alle 15:51 in Iran Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’Iran ha rifiutato le accuse sull’irregolarità del test missilistico da parte della nuova amministrazione Trump, definendole infondate.

Bahram Ghasemi, il portavoce del ministro degli affari esteri iraniano, in un’intervista rilasciata all’agenzia d’informazione ufficiale del governo dell’Iran ha affermato che: “Invece di ringraziare l’Iran per la sua lotta continua contro il terrorismo, il governo americano sta praticamente aiutando i terroristi, accusando l’Iran in modo infondato, ripetitivo e provocatorio”.

Ali Akbar Velayati, un consigliere del leader supremo Ayatollah Ali Khamenei, ha dichiarato che l’Iran non dovrebbe cedere alle minacce senza senso degli Stati Uniti da parte di una “persona senza esperienza”, facendo riferimento al presidente neo eletto.

Il consigliere ha poi sostenuto che l’Iran non deve chiedere il permesso a nessun paese per sviluppare un suo programma di difesa.

Mohammad_Javad_Zarif_2014In un tweet dell’ultima ora, il ministro degli affari esteri iraniano, Zarif, ha scritto: “Non abbiamo mai iniziato una guerra, ma possiamo solo far riferimento ai nostri mezzi di difesa”.

In un altro messaggio postato, Zarif si è così espresso: “Non useremo mai le nostre armi contro qualcuno, tranne che in legittima difesa. Vediamo se chi ci accusa può dire la stessa cosa”.

I messaggi del ministro sono arrivati in risposta ai tweet di ieri di Trump, secondo cui l’Iran avrebbe rivelato le sue intenzioni aggressive con il collaudo del suo nuovo missile.

Il rinnovato protagonismo militare dell’Iran sarebbe la conseguenza, secondo Trump, degli accordi voluti dall’amministrazione Obama.

Alla domanda se la Casa Bianca abbia già considerato possibili reazioni contro l’Iran, il neo presidente ha risposto ai giornalisti che: “Tutto è ancora in discussione” e ha affermato che l’azione iraniana non rimarrà “impunita”.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.