Il ministro degli esteri francese si reca in Iran

Pubblicato il 1 febbraio 2017 alle 16:33 in Iran Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il ministro degli affari esteri francese Jean-Marc Ayrault, a capo di una delegazione di 100 stati di grande influenza economica e politica, lascerà fra poche ore Teheran, dopo una visita di due giorni.

Ayrault ha dichiarato: “Me ne vado da Teheran dopo aver aperto un nuovo capitolo”, sottolineando che Parigi è determinata ad espandere e rafforzare i rapporti con l’Iran in vari settori.

Il diplomatico ha ribadito che tutti i firmatari dell’accordo nucleare tra l’Iran e il gruppo “5 + 1” (Usa, Gran Bretagna, Francia, Cina, Russia e Germania) dovrebbero impegnarsi per proteggere l’accordo.

Inoltre ha aggiunto che la Francia intende impegnarsi per eliminare qualsiasi impedimento nei rapporti bancari.

Secondo l’accordo, ufficialmente denominato “Joint Comprehensive Plan of Action” (JCPOA), l’Iran dovrebbe rallentare le sue attività nucleari in cambio del ritiro delle sanzioni economiche che gravano sul paese.

L’accordo, raggiunto nel luglio 2015, è entrato in vigore nel gennaio 2016, ma nonostante sia passato più di un anno alcune banche sono ancora diffidenti nei confronti delle transazioni con l’Iran.

Il capo diplomatico francese ha poi lodato il ruolo che svolge l’Iran in Medio Oriente.

D’altra parte anche Rouhani si è dimostrato favorevole al rafforzamento del legame fra Teheran e Parigi, affermando che: “L’espansione dei rapporti con la Francia, come un paese amico in Europa, è sempre stata importante per l’Iran e le visite di funzionari dei due paesi indicano che Teheran e Parigi sono determinati a rafforzare la cooperazione congiunta”.

Il presidente iraniano ha anche sottolineato l’importanza dell’accordo nucleare, che ritiene “un evento internazionale importante”, che può dare un segnale al mondo intero.

Convinto che le crisi si possano risolvere attraverso il dialogo, ha infatti spiegato che: “Il JCPOA dimostra che le questioni internazionali complesse possono essere risolte attraverso il dialogo in un ambito che possa rendere soddisfatte le diverse parti. Tutti i paesi dovrebbero sforzarsi al fine di proteggerlo, perché ogni incomprensione potrebbe mandare il messaggio negativo che la diplomazia non sia in grado di risolvere i problemi”.

Rouhani ha osservato che l’Iran ha dato piena attuazione agli obblighi contenuti nell’accordo nucleare e ha invitato gli altri paesi a fare lo stesso.

Infine, commentando la lotta al terrorismo, il capo di Stato ha affermato che la Francia gioca un ruolo vitale nel neutralizzare il terrorismo al livello europeo.

 

411px-Hassan_Rouhani_2

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.