Due leader talebani arrestati a Kunduz

Pubblicato il 30 gennaio 2017 alle 16:51 in Afghanistan Asia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Un leader talebano incaricato di reclutare nuovi membri del gruppo è stato arrestato dalle forze di polizia afghane. Il Ministro dell’Interno afghano ha riferito che il leader talebano posto sotto arresto, noto con il nome di Abdullah, è stato catturato nei pressi del distretto afghano di Khanabad, nella provincia settentrionale di Kunduz.

Nella stessa operazione è stato fermato un anziano leader talebano, identificato come Abdul Wakil. La polizia afghana ha sequestrato il fucile automatico detenuto dai due miliziani arrestati. La provincia di Kunduz è una delle più turbolente dell’Afghanistan del nord. Per sferrare i propri attacchi, le milizie talebane trovano spesso rifugio nelle aree periferiche della provincia afghana.

Bandiera dell'Afghanistan. Fonte: Wikimedia Commons (23 giugno 2014)

Bandiera dell’Afghanistan. Fonte: Wikimedia Commons (23 giugno 2014)

Nella provincia meridionale di Zabul, Mawlavi Hamid, influente leader talebano che controllava il distretto di Arghandab, è stato ucciso dall’esplosione prematura di una bomba non convenzionale (Improvised Explosive Device – IED). Due miliziani sono rimasti uccisi e almeno altri due sono rimasti feriti a seguito dell’incidente. I gruppi tribali residenti nella provincia hanno espresso preoccupazione per l’aumento delle incursioni ad opera di gruppi insurrezionalisti armati ed hanno dichiarato che miliziani affiliati all’ISIS si sono installati in alcuni distretti di Zabul per estendere la propria influenza su territori ancora ostili alla penetrazione del gruppo terroristico.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.