Sudan assiste Nigeria nella lotta al terrorismo

Pubblicato il 29 gennaio 2017 alle 8:35 in Africa Nigeria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’ambasciatore sudanese in Nigeria ha espresso di voler fornire il supporto necessario alla Nigeria per combattere il gruppo terroristico Boko Haram.

L’ambasciatore sudanese, Taj-Asir Mahjoub, durante la cena di Stato organizzata per la festa nazionale martedì 24 gennaio, ha commentato gli sforzi del Presidente nigeriano, Muhammadu Buhari, per mantenere la sicurezza e la pace in Africa e in particolare per combattere il gruppo terroristico Boko Haram.

Mahjoub ha dichiarato che il governo sudanese è grato delle politiche che la Nigeria ha attuato per mantenere la stabilità e la pace in Sudan e in particolare del coinvolgimento delle truppe nigeriane nell’operazione di peacekeeping in Darfur. L’ambasciatore ha quindi ribadito l’impegno del governo sudanese nel promuovere e supportare la Nigeria nella lotta al terrorismo.

In ambito economico, l’ambasciatore ha annunciato che i due governi potranno collaborare con maggiore libertà grazie all’abolizione di una parte delle sanzioni economiche imposte dagli Stati Uniti nel 1999 per aver sostenuto la rete jihadista di Osama bin Laden. Le sanzioni sono in parte state rimosse per i progressi fatti dal paese nella lotta al terrorismo.

Mahjoub è ottimista riguardo il rafforzamento dei legami bilaterali con la Nigeria per promuovere investimenti e commercio, e ribadisce che il rapporto tra Sudan e Nigeria è considerato il più antico e duraturo tra i paesi africani. Le due nazioni inoltre collaboreranno riguardo alle politiche migratorie, in quanto circa 5 milioni di nigeriani vivono in Sudan contribuendo allo sviluppo socio-economico del paese.

Il Ministro degli Affari Esteri sudanese, Khadija Ibrahim, ha aggiunto che gli eccellenti rapporti diplomatici e le ottime relazioni bilaterali possono portare a un maggiore sviluppo economico per entrambi i paesi.

Boko Haram è un gruppo terroristico jihadista sunnita che opera principalmente a nord-est della Nigeria, ma è attivo anche in Chad, Niger e Cameroon dal 2009. Il Gruppo era precedentemente collegato ad Al-Qaeda, ma nel 2015 si è alleato all’ISIS. Boko Haram è classificato come il terzo gruppo terroristico più pericoloso al mondo dall’Indice del Terrorismo Globale del 2016.

Presidente della Nigeria, Muhammadu Buhari. Fonte: Wikimedia Commons.

Presidente della Nigeria, Muhammadu Buhari. Fonte: Wikimedia Commons.

di Redazione