Donald Trump si è insediato alla Casa Bianca

Pubblicato il 21 gennaio 2017 alle 9:30 in USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Donald Trump è divenuto il 45esimo presidente degli Stati Uniti.

In occasione della cerimonia di insediamento alla Casa Bianca, tenutasi ieri, il neoeletto ha pronunciato il giuramento presidenziale di fronte alle elites di Washington, affermando di voler mettere l’America al primo posto. Trump ha posato la mano sinistra su due Bibbie, una delle quali era appartenuta a Abraham Lincoln, di fronte al capo della giustizia, John Roberts, promettendo di proteggere e difendere la costituzione.

Il discorso inaugurale del presidente si è concentrato sui temi che hanno animato la sua campagna elettorale, i quali, a suo avviso, hanno abbattuto le convenzioni politiche dando voce a quegli elettori che si erano sentiti maltrattati dai politici del governo precedente. “Rafforzeremo le vecchie alleanze e ne formeremo di nuove per unire il mondo civilizzato nella lotta contro il terrorismo islamico e lo estirperemo dalla faccia della terra”, ha detto il neoeletto.

Nonostante Trump abbia reso omaggio al presidente uscente Barak Obama, ha affermato di voler adottare una nuova visione dell’America, condannando l’amministrazione passata. Durante il discorso, Trump ha promesso di ripristinare la forza della nazione insieme a nuovi posti di lavoro. “Da oggi in poi, una nuova visione governerà la nostra terra, da questo giorno l’America sarà al primo posto!”, ha esordito il presidente, aggiungendo che “nessuno sarà più ignorato”.

La cerimonia, avvenuta secondo la tradizione nazionale, è iniziata venerdì mattina. Trump e la sua famiglia hanno assistito ad una messa privata presso la St. John’s Episcopal Church, conosciuta come “la chiesa dei presidenti”. Obama ha scritto una lettera a Trump lasciandola sulla Resolute Desk nello Studio Ovale, per poi accogliere la famiglia Trump presso il North Portico della Casa Bianca.

All’inizio della campagna presidenziale, circa un anno fa, molti credevano che Trump non sarebbe riuscito a vincere contro la candidata democratica Hillary Clinton. Il miliardario è il primo presidente americano a non avere alle spalle un passato da politico, da diplomatico o da militare. Se una parte della popolazione americana è entusiasta dell’insediamento del nuovo presidente, un’altra parte è ansiosa di vedere cosa accadrà nei prossimi giorni. Tra le numerose iniziative, Trump ha promesso di voler risollevare l’economia americana, di rafforzare i rapporti con la Russia e di voler tenere testa alla Cina.

Il nuovo presidente americano, Donald Trump. Fonte: Wikimedia Commons

Il nuovo presidente americano, Donald Trump. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.