Putin riceve il presidente della Moldavia Dodon

Pubblicato il 18 gennaio 2017 alle 15:30 in Asia Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Dodon assicura che l’accordo con l’Unione Europea sarà rivisto o cancellato e promette un avvicinamento a Mosca in campo politico ed economico, sul tavolo dei negoziati l’annosa questione della Transdnistria

Il Presidente della Moldavia, Igor’ Dodon, si è recato in visita a Mosca dal 16 gennaio scorso ad oggi ed è stato ricevuto ieri, 17 gennaio, dal Presidente Vladimir Putin.

Rinegozieremo o cancelleremo l’accordo con l’Unione Europea – ha annunciato il presidente moldavo – perché non ha portato nulla di buono. Eletto lo scorso 13 novembre, Dodon è considerato filo-russo e non ha esitato a mostrarlo in occasione della visita di stato in Russia. Dodon ha confermato a Putin la sua intenzione di indire un referendum per l’integrazione nell’Unione Economica Euroasiatica. La Moldavia sarebbe il sesto paese dello spazio post-sovietico a far parte di quest’area di libero scambio già integrata da Russia, Kazakistan, Kirghizistan, Bielorussia e Armenia, cui partecipano come osservatori anche Tadjikistan e Uzbekistan.

Tema centrale del vertice è stato la risoluzione del conflitto in Transdnistria, la regione più orientale della Moldavia autoproclamatasi indipendente nel 1990. Protetta dalla XIV armata dell’allora esercito sovietico, la Transdnistria è indipendente de facto dal 1992, dopo un breve e sanguinoso conflitto. Il cessate il fuoco è assicurato da una forza congiunta di militari russi, moldavi e transdnistriani. Nel 2014, a seguito dell’annessione della Crimea, anche il governo di Tiraspol ha chiesto di entrare a far parte della Federazione russa.

Putin e Dodon hanno discusso inoltre lo stato attuale e le prospettive della cooperazione commerciale ed economica fra i due paesi.

Nella conferenza stampa seguita al vertice Putin ha espresso rammarico per i rapporti poco amichevoli intercorsi tra i due paesi negli ultimi anni. Dodon è il primo presidente moldavo a visitare la Russia in quasi un decennio.

Traduzione dal russo a cura di Italo Cosentino

Dodon e Putin al Cremlino. Fonte: kremlin.ru

Dodon e Putin al Cremlino. Fonte: kremlin.ru

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.