Campo per rifugiati colpito per errore in Nigeria

Pubblicato il 18 gennaio 2017 alle 9:08 in Africa Nigeria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’aviazione militare nigeriana ha colpito per errore un campo per rifugiati nel nord-est del paese.

La notizia è stata resa nota ieri da Medici Senza Frontiere (MSF), i quali hanno riferito che 50 persone sono morte, mentre 120 sono state ferite. I bombardamenti erano diretti contro il gruppo terroristico Boko Haram. Il campo è localizzato a Rann, nello stato del Borno, da sette anni l’epicentro del gruppo jihadista, intenzionato a creare uno stato islamico. Il comandante militare nigeriano Lucky Irabor ha riferito che è ancora presto determinare la causa dell’errore.

Tra le vittime ci sono civili, volontari e membri del personale di MSF e della Croce Rossa. “La squadra di MSF ha contato 120 feriti e 50 morti alla fine dei bombardamenti”, ha riferito Charlotte Morris, portavoce dell’organizzazione, aggiungendo che “i nostri medici che operano in Cameroon e Chad sono pronti a dare una mano, siamo in stretto contatto con le loro squadre”. Un portavoce della Croce Rossa ha affermato che 6 membri del personale sono stati uccisi, mentre altri 13 sono stati feriti.

I militanti di Boko Haram hanno assassinato più di 15,000 persone nella zona, costringendo più di due milioni di cittadini a lasciare le loro abitazioni, molti dei quali hanno trovato accoglienza nei campi per rifugiati. L’attacco di ieri faceva parte di un’offensiva militare contro il gruppo terroristico che va avanti da settimane. Il mese scorso, il presidente nigeriano, Muhammadu Buhari, ha riferito che l’ultima roccaforte di Boko Haram nella foresta di Sambisa era stata distrutta dall’esercito nigeriano. In un comunicato ufficiale, Buhari ha definito i bombardamenti “uno spiacevole errore accaduto durante la fase finale delle operazioni contro i jihadisti nel nord-est della Nigeria”.

Nonostante la perdita dell’ultima roccaforte, Boko Haram, lunedì, ha diffuso un video in cui il leader, Abubakar Shekau rivendica due attacchi suicidi avvenuti poco prima in un’università, in cui sono morte 2 persone e ferite altre 17.

Campo per rifugiti, Nigeria. Fonte: Flickr

Campo per rifugiati, Nigeria. Fonte: Flickr

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.