Intelligence afghana: l’attentato a Kandahar fu pianificato a Quetta

Pubblicato il 17 gennaio 2017 alle 15:55 in Afghanistan Asia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Secondo l’agenzia di intelligence afghana (Direzione Nazionale della Sicurezza – NDS), è probabile che l’attentato a Kandahar sia stato pianificato in Pakistan. Abdul Hassib Sediqi, portavoce dell’NDS, ha spiegato che l’attacco terroristico potrebbe essere stato preparato dai Talebani della madrasa Mawlavi Ahmad Kandahar di Quetta.

La città di Kandahar, in Afghanistan. Fonte: Wikipedia

La città di Kandahar, in Afghanistan. Fonte: Wikipedia

I Talebani afghani hanno tuttavia negato ogni coinvolgimento nell’attacco bomba. Nell’incidente sono rimaste uccise almeno 12 persone, tra cui il vice-governatore di Kandahar e cinque diplomatici degli Emirati Arabi Uniti, e molte altre persone sono rimaste gravemente ferite, tra cui il Governatore di Kandahar e l’Ambasciatore degli Emirati Arabi Uniti in Afghanistan. L’Ambasciatore emiratino Juma Al Kaabi è già rientrato ad Abu Dhabi per ricevere le necessarie cure mediche. Anche Hashim Khan Karzai, commerciante locale e cugino dell’ex Presidente afghano Hamid Karzai, è rimasto coinvolto nell’attentato terroristico. Ricoverato in India, è morto a seguito delle ferite riportate nell’attacco.

Le indagini, ancora in corso, sono state affidate a tre gruppi. Uno di questi ha ricevuto l’incarico dal governo degli Emirati Arabi Uniti di avviare un’indagine sull’uccisione dei cinque diplomatici emiratini.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.