Australia, Cina e Malesia: stop alla ricerca dell’MH370

Pubblicato il 17 gennaio 2017 alle 13:25 in Asia Malesia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La ricerca dell’aeromobile MH370 nelle acque dell’Oceano Indiano è sospesa, questa la dichiarazione congiunta di Australia, Malesia e Cina.

L’aeromobile “non è stato localizzato” nell’area di 120.000 chilometri nel sud dell’Oceano Indiano oggetto della ricerca, affermano Australia, Malesia e Cina in un comunicato congiunto. “Non sono emerse nuove informazioni per determinare la posizione del velivolo. Per questo, la ricerca in mare aperto è stata sospesa”, afferma il comunicato. L’area di ricerca era stata individuata nelle acque circostanti il punto in cui il volo aveva lanciato l’ultimo segnale satellitare.

Il volo MH370 della Malaysia Airlines, decollato da Kuala Lumpur e diretto a Pechino, è scomparso l’8 Marzo 2014 portando con sé 239 passeggeri e il personale di bordo.

Nei due anni trascorsi, sono state rinvenute delle parti dell’aeromobile sulle rive dell’Oceano Indiano. Secondo gli analisti dell’Australia, il MH370 non si trova nella zona di ricerca, ma probabilmente più a nord.

La Malaysia Airlines ha dichiarato di comprendere le ragioni della sospensione delle ricerche, per le quali si è detta soddisfatta. La compagnia spera, comunque, che l’aeromobile possa essere ritrovato in futuro.

Meno accondiscendenti sono, invece, i parenti delle vittime dell’incidente aereo che si sono appellati ai governi dei tre paesi per chiedere di riconsiderare la sospensione. Secondo l’associazione dei parenti delle vittime Voice370, è necessario ampliare la zona di ricerca verso nord perché non ci si può arrendere di fronte alla sparizione nel nulla di un aereo di linea.

Consultazione delle fonti cinesi e redazione a cura di Ilaria Tipà

Un velivolo della Malaysia Airlines. Fonte: Wikipedia Commons

Un velivolo della Malaysia Airlines. Fonte: Wikipedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.