A Nimroz distrutte due fabbriche talebane di ordigni esplosivi

Pubblicato il 13 gennaio 2017 alle 16:41 in Afghanistan Asia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Ministro dell’Interno afghano ha riferito in un comunicato ufficiale che militanti talebani hanno subito gravi perdite umane a seguito dell’operazione compiuta dalle forze di sicurezza afghane nella provincia occidentale di Nimroz.

Fonte: Wikimedia Commons

Provincia di Nimroz, Afghanistan. Foto di Sgt. Frances Johnson (2014)/Dipartimento della Difesa USA. Fonte: Wikimedia Commons

Il Ministero ha dichiarato che nel corso dell’operazione sono stati uccisi almeno 80 miliziani talebani e sono state distrutte due fabbriche che producevano ordigni esplosivi improvvisati (Improvised Explosive Devices  – IEDs). Secondo il Ministero, è stato anche abbattuto un compound adibito a sede del governatore ombra locale talebano e sono stati uccisi almeno 20 miliziani appartenenti ad altri gruppi anti-governativi.

I talebani hanno contato vittime ingenti dieci giorni fa, quando le forze afghane hanno condotto un’operazione militare contro il quartiere di Khashrud, a nordovest di Nimroz. Gli IEDs sono armi anti-convenzionali comunemente usate dai Talebani afghani e da altri gruppi  contro le forze di sicurezza e le autorità governative. Nella maggioranza dei casi, gli attacchi mietono vittime civili.

Un report, pubblicato lo scorso ottobre dalla Missione di Assistenza delle Nazioni Unite in Afghanistan (UNAMA), ha rilevato che il conflitto ha causato 8.397 vittime civili (2.562 morti e 5.835 feriti) tra il 1 gennaio e il 30 settembre, con un calo nel numero di vittime pari solo all’1% rispetto ai dati ottenuti nello stesso periodo del 2015. Tra le principali cause di morte a danno di civili risultano, in ordine di frequenza, le incursioni via terra, gli attacchi suicidi ovvero contro edifici, e per ultimo gli IEDs.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.