L’Afghanistan subisce tre attentati

Pubblicato il 11 gennaio 2017 alle 15:40 in Afghanistan Asia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Doppio attacco suicida nei pressi del Parlamento di Kabul

Il doppio attacco suicida che ieri ha scosso Kabul è stato rivendicato dai Talebani afghani. Il Parlamento afghano ha confermato che 36 impiegati del Parlamento, incluso il Segretario della Camera Bassa del Parlamento, Wolesi Jirga, ed alcuni membri della Camera Alta sono rimasti uccisi nel doppio attentato. Decine di persone (oltre 70) sono rimaste gravemente ferite. Gli agenti di sicurezza hanno spiegato che l’incidente è avvenuto dopo che un’attentatore suicida ha fatto detonare un veicolo pieno di esplosivo nei pressi del Parlamento afghano. La seconda esplosione è avvenuta mentre gruppi di persone accorrevano nel luogo del primo attacco. Inoltre, hanno riferito che quattro poliziotti hanno perso la vita nell’attacco e almeno altri quattro sono rimasti feriti.

Attentato a Kandahar

Ned Price, portavoce del Consiglio per la sicurezza nazionale (NSC) degli Stati Uniti ha duramente condannato l’attacco a Kabul e nelle altre province afghane, tra cui Kandahar, dove almeno 7 persone sono morte e 18 sono rimaste ferite, tra cui l’Ambasciatore degli Emirati Arabi Uniti in Afghanistan. Cinque membri del personale diplomatico emiratino sono rimasti uccisi.

I funzionari del paese del Golfo erano in missione in Afghanistan per progetti umanitari, educativi e di sviluppo. L’esplosione ha colpito l’ufficio del governatore provinciale durante la visita della delegazione emiratina.

Il leader di Dubai, Sheikh Mohammed bin Rashid Al Maktoum, primo ministro e vicepresidente, ha scritto su twitter che “non c’è giustificazione umana, morale o religiosa per l’uccisione di persone che stanno cercando di aiutare altri”.

I funzionari colpiti dovevano inaugurare una serie di progetti sostenuti dagli UAE, parte di un programma di aiuti per l’Afghanistan. Al-Arabiya English riporta che l’ambasciatore degli Emirati ed il governatore di Kandahar sono entrambi sopravvissuti all’attacco. In onore delle vittime, le istituzioni governative del paese del Golfo hanno ordinato di tenere le bandiere a mezz’asta per tre giorni.

I Talebani hanno negato di aver compiuto l’attacco. Il Generale Abdul Raziq, capo della polizia provinciale di Kandahar, ha affermato che la rete terroristica Haqqani, sostenuta dall’Inter Services Intelligence (ISI) del Pakistan, si sarebbe resa responsabile dell’attacco. Il Presidente afghano Mohammad Ashraf Ghani ha dato ordine di avviare le indagini. L’Ufficio del Consiglio di Sicurezza Nazionale (NSC) ha annunciato che il Consigliere per la Sicurezza Nazionale dell’Afghanistan Mohammad Hanif, accompagnato da una delegazione di funzionari governativi, è giunto a Kandahar per condurre le indagini.

Attacco a Helmand

Un altro attacco terroristico è avvenuto nella provincia meridionale di Helmand, uccidendo almeno sette afghani, incluso il personale civile e militare. L’obiettivo colpito era una pensione utilizzata da un funzionario dell’intelligence provinciale a Lashkar Gah.

La scorsa settimana l’Afghanistan ha accolto positivamente la decisione del Pentagono di schierare 300 Marines a Hemland, dove le forze americane avevano combattuto fino al 2014, anno in cui la NATO ha ufficialmente terminato la sua missione militare in Afghanistan. I Marines raggiungeranno la provincia afghana in primavera allo scopo di addestrare i soldati afghani.

La città di Kandahar, in Afghanistan. Fonte: Wikipedia

La città di Kandahar, in Afghanistan. Fonte: Wikipedia

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.