Egitto: due attentati nel nord del Sinai

Pubblicato il 10 gennaio 2017 alle 12:04 in Africa Egitto

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Ministro degli Interni egiziano, Magdy Abdel Ghaffar, ha riferito che 8 poliziotti, un cittadino egiziano e 5 terroristi sono morti in due attacchi contro checkpoint di sicurezza a nord del Sinai.

In un comunicato, Ghaffar ha riferito che almeno 20 persone armate si sono scagliate con un’autobomba contro un chekpoint presso al-Arish. Nel documento si legge che “le truppe che hanno affrontato l’attacco sono state in grado di far esplodere l’autobomba prima che raggiungesse il chekpoint, uccidendo 5 terroristi al suo interno”.

Secondo il ministro degli interni egiziano, un altro gruppo di terroristi ha tentato di compiere un secondo attacco contro il chekpoint di al-Masaid, sparando contro i soldati e uccidendone uno. Tuttavia, gli agenti egiziani sono riusciti a respingere i terroristi prima che questi scappassero verso le montagne. Le truppe egiziane stanno setacciando l’area per arrestare i criminali.

Nessun gruppo terroristico ha rivendicato le operazioni. Il Nord del Sinai è un’area che è spesso obiettivo di attacchi da parte di militanti islamisti legati all’ISIS. Tra il 2012 ed il 2015 ci sono stati più di 400 attacchi nella regione. Il gruppo terroristico Ansar Beit al-Maqdis, attivo nella penisola del Sinai dal 2011, ha giurato fedeltà all’ISIS nel novembre del 2014, cambiando nome in Sinai Province jihadist group.

Sinai, Egitto. Fonte: Wikimedia Commons

Sinai, Egitto. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.