Colloquio telefonico tra Putin e Erdogan

Pubblicato il 25 dicembre 2016 alle 11:00 in Asia Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente russo Vladimir Putin e il Presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, hanno parlato telefonicamente.

La notizia è stata riportata dal servizio stampa del Cremlino, il quale ha riferito che i due leader hanno parlato sia delle indagini sull’assassinio dell’ambasciatore russo, Andrei Karlov, in Turchia, sia del completamento delle operazioni ad Aleppo. Entrambe le parti hanno mostrato la volontà di continuare la cooperazione tra Mosca e Ankara, soprattutto nel campo della sicurezza. Dopo l’attentato del 19 dicembre, quando Karlov è stato ucciso durante una mostra fotografica dove era ospite da Mevlut Mert Atlintas, poliziotto turco nato nel 1994, Putin ha affermato che dietro l’attentato c’è senz’altro la volontà di rovinare le relazioni russo-turche.

Durante il colloquio telefonico, i leader hanno affrontato anche la questione siriana, esprimendo entrambi soddisfazione per il completamento delle operazioni ad Aleppo, il quale ha aumentato le possibilità lanciare un processo di pace che possa porre fine alle ostilità in Siria e portare ad una transizione verso una soluzione politica. Il Ministro della Difesa russo, Sergey Shoigu, ha infromato il Presidente russo che ci sono le condizioni per iniziare colloqui riguardo a un cessate il fuoco definitivo in Siria, aggiungendo che le operazioni si sono svolte sotto la stretta collaborazione con i colleghi turchi e iraniani. Putin ha poi affermato che la liberazione di Aleppo costituisce un passo importante verso la normalizzazione siriana e della regione in generale.

La Siria, teatro di una guerra civile dal 2011, ha visto il contrapporsi di due blocchi. Lo schieramento a sostegno del regime di Assad, composto da Russia, Iran e milizie libanesi di Hezbollah, e lo shieramento contro Assad formato da Stati Uniti, Turchia, Arabia Saudita e Qatar. Durante il meeting del 20 dicembre giorni tra Iran, Russia e Turchia, i tre paesi hanno raggiunto un accordo per favorire l’inizio del processo di pace tra Assad ed i ribelli dell’opposizione siriana.

A destra, il Presidente turco, Recep Tayyip Erdogan. A sinistra, il Presidente russo, Vladimir Putin. Fonte: en.kremlin.ru

A destra, il Presidente turco, Recep Tayyip Erdogan. A sinistra, il Presidente russo, Vladimir Putin. Fonte: en.kremlin.ru

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.