Regno Unito e Arabia Saudita sempre più legati

Pubblicato il 16 dicembre 2016 alle 14:14 in Arabia Saudita Europa

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il primo ministro britannico, Theresa May, rifiuta di sospendere la vendita di armi all’Arabia Saudita e ribadisce il legame tra i due paesi.

La richiesta di interrompere le forniture militari è sorta dagli ambienti che criticano l’Arabia Saudita per l’intervento militare in Yemen, iniziato il 26 marzo 2015. I bombardamenti della coalizione a guida saudita, oltre ad avere causato molte vittime tra i militanti del movimento Houthi, legato all’Iran, ha causato anche la morte di numerosi civili yemeniti. Il 13 agosto 2016, gli aerei della coalizione saudita hanno ucciso 10 bambini yemeniti mentre erano nei banchi di scuola in un villaggio del governorato di Saada. Medici senza frontiere protestò in modo vigoroso. Theresa May ha ricordato ai suoi critici che il regno Unito e l’Arabia Saudita hanno una stretta collaborazione nel campo dell’antiterrorismo che avrebbe salvato la vita di centinaia di cittadini britannici. Angus Robertson, il deputato che ha sollecitato Theresa May a interrompere la vendita di armi ai sauditi, è il vice-segretario dello Scottish National Party al palazzo di Westminster, dove hanno sede le due camere del Parlamento inglese: la Camera dei Lord e la Camera dei Comuni.

Bombed_school,_still_working_(8718951005)

Scuola colpita da bombardamenti in Yemen. Fonte: Wikimedia Commons

 

di Alessandro Orsini

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.