Indonesia: arrestata donna sospettata di terrorismo

Pubblicato il 15 dicembre 2016 alle 12:53 in Asia Indonesia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’unità antiterrorismo indonesiana, Densus 88, ha arrestato una donna legata ai sette individui che pianificavano un attentato al palazzo presidenziale di Jakarta.

L’azione è avvenuta verso le 4.30 del mattino locali presso l’abitazione della terrorista. Identificata con le iniziali TS, è la terza persona ad essere arrestata dopo l’incarcerazione del gruppo di attentatori dei giorni scorsi. Tra questi c’è Dian Yulia Novi, una giovane che aveva lavorato a Singapore come domestica. Il capo dell’informazione indonesiana, Marinus Sitompol, ha spiegato che TS ha spinto Dian a unirsi al jihad, presentandola a Nur Solihin, un componente del gruppo arrestato. Martinus ha aggiunto che anche il marito di TS, identificato con le iniziali HG, è stato trattenuto da Densus 88.

Le autorità indonesiane hanno riferito che il gruppo è stato addestrato da una nuova cellula di Solo, provincia centrale di Java, parte della rete terroristica di Bahrun Naim, militante del gruppo islamista Indonesia Mujahidin Group (MIT), legato all’ISIS.

Palazzo Merdeka, una delle sei residenze presidenziali, situato nel centro di Jakarta. Fonte: Wikiwand.

Palazzo Merdeka, una delle sei residenze presidenziali indonesiane, situato nel centro di Jakarta. Fonte: Wikiwand.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.