USA cancella accordo per fornitura armi all’Arabia Saudita

Pubblicato il 14 dicembre 2016 alle 18:24 in Arabia Saudita Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Gli Stati Uniti hanno annullato un accordo con l’Arabia Saudita per la vendita di armi di precisione e hanno deciso di limitare il proprio supporto alla campagna militare a guida saudita in Yemen. Dall’inizio dell’intervento nel marzo 2015, l’Arabia Saudita è al comando della coalizione impegnata nei raid aerei contro i ribelli Houthi, legati all’Iran.

Sana'a, Yemen. Foto di Ibrahem Qasim. Fonte: Flickr (11 maggio 2015)

Sana’a, Yemen. Foto di Ibrahem Qasim. Fonte: Flickr (11 maggio 2015)

In venti mesi di guerra civile in Yemen sono rimaste uccise 10.000 persone. Il paese, sempre più impoverito, soffre una grave crisi alimentare e vive da tempo in uno stato di emergenza umanitaria. Secondo l’Alto Commissariato per i Diritti Umani dell’ONU, il  60% delle vittime civili yemenite (3.800) è stato provocato dai bombardamenti della coalizione guidata dall’Arabia Saudita. L’alto numero di vittime ha spinto gli Stati Uniti a interrompere la fornitura al governo saudita di armi di precisione prodotte da Raytheon, un’importante azienda statunitense che opera nel settore della difesa.

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.