Raggiunto primo accordo UE-Mali sull’immigrazione

Pubblicato il 13 dicembre 2016 alle 12:34 in Europa

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’Unione Europea (UE) ha firmato un accordo con il governo del Mali per facilitare il rientro dei migranti le cui richieste d’asilo in Europa sono state respinte.

È la prima volta che l’UE stabilisce un meccanismo così preciso con un paese africano”, ha affermato il Ministro degli Esteri olandese, Bert Koenders, il quale ha firmato l’accordo a nome dell’Unione Europea. Il patto, che mira a combattere le cause profonde dell’immigrazione illegale e a permettere il rientro dall’Europa dei migranti maliani, fa parte di un progetto di collaborazione tra UE e i paesi africani e mediorientali per prevenire un nuovo flusso incontrollabile di migranti, come si è verificato lo scorso anno. Nel summit tenutosi a la Valletta, Malta, nel novembre 2015, i leader europei hanno concordato con le controparti africane un fondo di 1.9 miliardi di dollari per combattere le cause dell’immigrazione.

L’Accordo UE-Mali pone le basi per aiutare i giovani maliani a trovare lavoro e a rafforzare la sicurezza del loro paese. Per di più, il Mali ed i paesi confinanti, si sono impegnati ad intensificare la lotta contro i trafficanti di esseri umani per aumentare la sicurezza delle loro frontiere.

Il numero dei migranti provenienti dai paesi africani, tra cui Mali, Nigeria e Gambia, che rischiano la vita nella disperata ricerca di raggiungere l’Europa via mare, è aumentato considerevolmente negli ultimi anni. Non a caso Koenders ha definito il patto Mali-UE “necessario”, aggiungendo che “i giovani maliani hanno molto da dare al loro paese, dobbiamo aiutarli a evitare di perdere la loro vita finendo nelle mani dei trafficanti”.

Migranti. Fonte: Avvenire (dicembre 2016).

Migranti. Fonte: Avvenire (dicembre 2016).

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.