Il fatto più importante della settimana, Emirati Arabi Uniti e Yemen

I ribelli sciiti Houthi dello Yemen hanno condotto attacchi contro diversi siti negli Emirati Arabi Uniti, il 17 gennaio, avvalendosi di missili balistici e droni. La coalizione a guida saudita, che sostiene il presidente Hadi contro il gruppo nella guerra in Yemen e di cui fanno parte anche gli UAE, ha risposto attaccando gli Houthi nei territori sotto il loro controllo

22 gennaio 2022

USA e Russia: nessuna svolta ai colloqui di Ginevra

Washington e Mosca si sono impegnate a continuare a collaborare per allentare le tensioni in Ucraina. Ad ogni modo, gli USA hanno avvertito che risponderanno in modo unito e rigoroso a qualsiasi eventuale invasione da parte russa

22 gennaio 2022

Myanmar: condanna a morte per un affiliato della leader deposta Suu Kyi

Un tribunale militare del Myanmar ha condannato a morte Phyo Zeyar Thaw, deputato ed esponente del partito guidato da Aung San Suu Kyi, la leader deposta a seguito della presa di potere da parte della giunta militare, del primo febbraio 2021

22 gennaio 2022

Siria: escalation a Nord-Est tra ISIS e forze curde, circa 80 vittime

Per il terzo giorno consecutivo, sono continuati gli scontri tra le Syrian Democratic Forces (SDF) e i militanti dello Stato Islamico nel Nord-Est della Siria. Il bilancio delle vittime provocate sin dall’attacco del 20 gennaio contro una prigione locale è salito a 78 morti

22 gennaio 2022

Afghanistan: esplosione a Herat, almeno 7 morti

Almeno 7 persone, di cui 4 donne, hanno perso la vita a seguito di un’esplosione verificatasi nella città di Herat, nell’Ovest dell’Afghanistan. Il numero dei feriti, invece, ammonta a 9

22 gennaio 2022