Trump, il muro e lo shutdown più lungo della storia

Trump non può rinunciare alla costruzione del muro al confine con il Messico. Ha provato a richiedere i soldi al Congresso, ma il partito democratico non approverà mai il bilancio federale, fino a quando il muro sarà una delle voci di spesa. È stupefacente che Trump abbia pensato di poter chiudere un accordo. Per i […]

15 gennaio 2019

Mali: 10 peacekeeper del Ciad morti in attacco di un gruppo legato ad AQIM

Almeno 10 peacekeeper del Ciad sono morti, mentre altri 25 sono stati feriti, in un attacco contro un campo delle Nazioni Unite nel Nord del Mali, ad Aguelhoc, domenica 20 gennaio, rivendicato dal gruppo terroristico legato ad al-Qaeda nel Maghreb Islamico (AQIM), Nusrat al-Islam wal Muslimeen

21 gennaio 2019

Viminale: “I 393 migranti soccorsi dalla Guardia Costiera libica sono salvi”

Il Viminale ha reso noto che i 393 migranti soccorsi dalla Guardia Costiera libica nel corso di diverse operazioni, nei giorni passati, sono tutti salvi

21 gennaio 2019

Siria: Turchia pronta a prendere il controllo della sicurezza a Manbij

La Turchia è pronta a prendere il controllo della sicurezza dell’area di Manbij, in Siria. È quanto ha annunciato il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, in seguito ad un colloquio telefonico con il leader della Casa Bianca, Donald Trump, avvenuto domenica 20 gennaio

21 gennaio 2019

Qatar investirà 500 milioni di dollari in bond del governo libanese

Il Qatar investirà 500 milioni in obbligazioni sovrane di dollari del Libano per supportare l’economia libanese, secondo quanto annunciato dal Ministero degli Affari Esteri di Doha

21 gennaio 2019

Siria: ISIS attacca convoglio americano scortato dai curdi

Un’autobomba ha colpito un convoglio militare nel Nord-Est della Siria, nella provincia di Hasakeh lunedì 21 gennaio, uccidendo 5 membri delle Syrian Democratic Forces (SDF) che stavano scortando le truppe americane

21 gennaio 2019

Israele annuncia di aver colpito obiettivi iraniani in Siria

L’esercito israeliano ha reso noto di aver attaccato obiettivi militari iraniani in Siria, nel tentativo di interrompere una serie di offensive reciproche avvenute nel corso dei giorni passati

21 gennaio 2019

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.