Arabia Saudita: attacco a stazione di polizia, 4 morti

Pubblicato il 21 aprile 2019 alle 13:25 in Arabia Saudita Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

4 aggressori appartenenti all’Isis sono morti, domenica 21 aprile, quando è stato sventato un attacco a una stazione di polizia poco distante dalla capitale saudita, Riad.

Il tentato attacco è avvenuto nella giornata di domenica 21 aprile, presso una stazione di polizia di Zulfi, piccola cittadina situata circa 250 km a nord-ovest della capitale dell’Arabia Saudita, Riad. A renderlo noto è stata l’emittente televisiva nazionale, Al-Arabiya. I 4 individui rimasti uccisi avevano aiutato ad avviare l’aggressione. Residenti locali hanno udito rumori di sparatorie. Secondo Al-Arabiya, gli aggressori erano muniti di mitragliatrici, bombe Molotov e altri ordigni rudimentali. Alcuni video pubblicati in rete mostrano un’automobile ferma, con le portiere aperte, presso un checkpoint di sicurezza; a terra, accanto alla vettura, si vedono due corpi senza vita. Interrogato circa l’attacco a Zulfi, il Ministero dell’Interno saudita ha preferito non commentare l’accaduto.

L’ultimo attacco simili era avvenuto domenica 7 aprile, quando 4 aggressori avevano preso di mira un avamposto di sicurezza militare bersagliandolo con armi da fuoco e ordigni esplosivi nell’Arabia Saudita orientale mentre tentavano di lasciare il Paese. In tale occasione, 2 persone erano morte, e altre 2 erano state arrestate.

L’anno prima, un membro delle forze di sicurezza saudite e un residente bengalese erano stati uccisi in un simile assalto contro un checkpoint militare nella vicina città di Buraidah, e un poliziotto era rimasto vittima di un attacco separato nella città di Taif, più a ovest.

A partire dal 2011, tanto alcuni militanti sciiti quanto cellule di al-Qaeda hanno lanciato una serie di attacchi, anche mortali, contro le forze di sicurezza saudite locali. Tuttavia, le violenze sono via via diminuite nel corso degli anni, in particolare da quando, nel 2017, le unità militari del Paese hanno condotto un’operazione massiccia di ricerca e cattura degli aggressori e dei militanti armati.

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Consultazione delle fonti inglesi e redazione a cura di Claudia Castellani

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.