I rapporti Taiwan-Usa-Cina 40 anni dopo

Pubblicato il 2 aprile 2019 alle 10:43 in Asia Taiwan

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

I rapporti tra gli Stati Uniti e l’isola di Taiwan sono mutati negli ultimi quarant’anni.

Il dieci aprile 2019 segna il quarantesimo anniversario dall’emanazione del Taiwan Relations Act, la legge degli Stati Uniti che regola i rapporti, non ufficiali, con l’isola di Taiwan. Insieme al Taiwan Relations Act, le relazioni tra Washington e Taipei sono regolate anche dai Tre Comunicati Congiunti vigenti tra la Cina continentale e gli Usa e le “Sei Assicurazioni” che Washington ha dato all’isola, tra questi, però, il Taiwan Relations Act è l’unico ad essere legalmente vincolante.

Nel corso degli ultimi 40 anni, i rapporti tra Taiwan e gli Usa hanno visto una grande fioritura e si sono rafforzati con il processo di democratizzazione dell’isola iniziato negli anni ’90, tuttavia, sebbene il Taiwan Relations Act rimane il documento cardine per regolare le relazioni bilaterali, queste devono far fronte alla sempre crescente pressione da parte della Cina continentale e alla crescita della sua influenza su scala internazionale.

La storia del Taiwan Relations Act

I legami tra Washington e Taipei risalgono alla metà del Novecento, quando, sullo sfondo della Guerra Fredda e alla fine della Guerra Civile Cinese e della Guerra di Corea, il presidente degli Stati Uniti Truman affermò che ogni operazione belligerante nel Pacifico condotta dalle “forze comuniste” minava gli interessi degli Stati Uniti nel Pacifico. Gli Usa riconoscevano la legittimità del governo di Taiwan – formalmente Repubblica di Cina – guidato dal partito nazionalista del Guomindang che aveva lasciato il Continente cinese alla fine della guerra civile.

Dopo la caduta dell’Unione Sovietica, negli anni settanta con il presidente Nixon, ebbe inizio il tentativo degli Stati Uniti di normalizzare i rapporti con la Repubblica Popolare Cinese e il governo di Pechino. Quest’ultimo impose agli Usa tre clausole per l’allacciamento dei rapporti diplomatici. La prima era il rispetto del principio “una sola Cina” che vieta a qualsiasi Paese di avere contemporaneamente rapporti diplomatici sia con Pechino che con Taipei. La seconda era il termine del precedente Trattato di Reciproca Difesa tra Washington e Taiwan e la terza la rimozione delle truppe americane dal suolo dell’isola. La ragione alla base di queste tre clausole è che la Cina ritiene Taiwan essere una regione speciale parte integrante del suo territorio nazionale e non ne riconosce il governo autonomo che de facto amministra l’isola.

Gli Stati Uniti accettarono le clausole cinesi con un approccio abbastanza vago da permettere loro di mantenersi flessibili nei rapporti con Taiwan e siglarono il Comunicato di Normalizzazione delle relazioni bilaterali con la Cina continentale nel 1979. Nello stesso anno, venne emanato il Taiwan Relations Act che mirava a creare un quadro giuridico di riferimento per rassicurare il popolo taiwanese sulla volontà degli Usa di mantenere pace, sicurezza e stabilità nel Pacifico Occidentale e di continuare i rapporti commerciali, culturali e in altri settori con l’isola, nonostante l’allacciamento dei rapporti diplomatici formali con Pechino.

Che cosa comprende il Taiwan Relations Act

Quali sono i contenuti e come è stato applicato realmente il Taiwan Relations Act nel corso degli ultimi quarant’anni? L’Act ricopre molti aspetti diversi dei rapporti bilaterali non ufficiali tra Washington e Taipei. Prima di tutto, i rapporti people-to-people con numerosi scambi in ambito culturale, di istruzione e turistici. In secondo luogo, tocca i rapporti commerciali, Taiwan è l’11esimo partner commerciale degli Stati Uniti. Il punto maggiormente controverso del Taiwan Relations Act è quello che riguarda la dimensione politica e in materia di difesa. In ambito di difesa, glli Usa forniscono all’isola di Taiwan ingenti quantitativi di armi e supporto alla formazione e all’addestramento delle forze armate dell’isola. Il Taiwan Relations Act stabilisce che gli Usa forniscano armamenti per la difesa di Taiwan in base alle necessità di quest’ultima.

Sebbene il Taiwan Relations Act è nato in un contesto, quello della metà del secolo scorso, ben diverso da quello attuale, le sue implicazioni oggi, di fronte a una Cina divenuta la seconda economia mondiale con un’influenza sempre crescente nel Pacifico che mira a riunificare l’isola di Taiwan al resto del Paese, sono sempre più significative. Le ambizioni di Pechino in termini di espansione della sua influenza nel Pacifico Occidentale sono sempre maggiori, come lo sono le sue attività nel Mar Cinese Meridionale. Per questa ragione i rapporti degli Stati Uniti con l’isola di Taiwan, anche di fronte alle frizioni tra Washington e Pechino in ambito commerciale, diventano ancor più importanti.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Consultazione delle fonti cinesi e redazione a cura di Ilaria Tipà

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.