Lettonia: passeggera autobus aggredisce autista perché parlava russo

Pubblicato il 21 marzo 2019 alle 6:20 in Repubbliche Baltiche Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

A Riga una cittadina lettone ha aggredito l’autista di un’autobus per il semplice fatto di aver utilizzato la lingua russa. A dare la notizia l’agenzia di stampa russa RIA Novosti, citando l’edizione lettone di Sputnik News.

Secondo la versione della passeggera, a cui l’agenzia fa riferimento, la conducente del mezzo pubblico avrebbe appositamente saltato la fermata che le serviva in quanto fingeva di non conoscere il lettone, la lingua ufficiale del Paese baltico.

“Le ho mostrato il biglietto, ma la conducente mi ha risposto in russo, anche se io mi ero rivolta a lei in lettone. Mio figlio di tre anni non ha capito cosa ha detto. Perché parlano una lingua straniera?”, ha raccontato la passeggera.

La donna ha poi riferito di aver cercato di convincerla a parlare con lei in lettone, ma l’autista sorrideva sprezzante e continuava a guidare e, quando le è stato chiesto di fermarsi, ha tirato dritto.

La passeggera ha dichiarato inoltre di essere rimasta spaventata dal fatto che non sarebbe potuta scendere e che l’autista avrebbe potuto portarla troppo lontano mentre fuori era buio e pioveva.

“A quel punto ho afferrato i capelli dell’autista: cos’altro avrei potuto fare se non capisce il lettone? Poi mi ha fatto scendere in un campo di periferia, oltre una fermata dopo il punto in cui sarei dovuta scendere, tra la pioggia e il vento, da qualche parte dove non ci si può nemmeno fermare. […] Siamo in Lettonia, sono lettone e parlo il lettone. Perché mai dovrei imparare una lingua straniera per andare da Riga a Lielvarde in autobus?”, ha concluso la passeggera.

Non ha tardato ad arrivare la risposta di Mosca, che condanna duramente l’episodio di “russofobia” avvenuto nella capitale della repubblica baltica. Non è la prima volta che si verificano episodi analoghi nelle tre repubbliche baltiche, dove la lingua russa e la minoranza russofona sono spesso bersaglio di attacchi da parte della popolazione locale.

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.