Brexit: May chiede rinvio al 30 giugno

Pubblicato il 20 marzo 2019 alle 15:55 in Europa UK

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La premier inglese, Theresa May, ha chiesto al presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, un rinvio breve della Brexit, fino al 30 giugno.

Mercoledì 20 marzo, nel corso di un intervento al Parlamento, May ha dichiarati di non voler un’estensione del tempo per l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, prevista al 29 marzo, per impedire che il Paese non prenda parte alle elezioni europee del prossimo 23 maggio. Secondo la premier, se Londra dovesse partecipare a tali votazioni, si tratterebbe di un fallimento del referendum del 23 giugno 2016.

Nella lettera inviata a Tusk, May ha dichiarato di essere fiduciosa che i membri del Parlamento ratificheranno il nuovo accordo sulla Brexit che ha negoziato con il blocco UE che, tuttavia, ha specificato la premier, non sarà completo per la fine del mese.

Nella giornata di giovedì 21 marzo, Tusk presiederà un summit dell’Unione Europea a Bruxelles, nell’ambito del quale i leader dei paesi membri valuteranno la richiesta di May.

Il 12 marzo il Parlamento inglese ha bocciato per la seconda volta l’accordo sulla Brexit proposto dal governo Tory della premier, con un totale di 391 voti a sfavore e 242 a favore. Rispetto al primo voto di gennaio, che ha registrato uno scarto di 230 voti. In seguito a tale risultato, May ha riferito che, qualsiasi sarà la scelta, lei rimane contraria ad un’uscita dall’UE senza alcun accordo.

L’annuncio della premier ha suscitato scalpore in Parlamento, dove il partito laburista dell’opposizione l’ha accusata di “ricatto, bullismo e corruzione” per aver tentato di di far passare il suoi accordi.

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.