Ambasciatore russo a Minsk: Mosca non ha bisogno di basi in Bielorussia

Pubblicato il 19 marzo 2019 alle 6:10 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

“Mosca non ha alcuna intenzione di aprire una base militare sul territorio bielorusso”. Ad affermarlo l’ambasciatore russo in Bielorussia, Mikhail Babich, in un’intervista all’agenzia di stampa russa Sputnik.

“È da quando ho cominciato il mio mandato di ambasciatore a Minsk che, in quasi tutti gli incontri con i giornalisti, sento sempre la stessa domanda: ‘cosa ne pensa la Russia del fatto che la Bielorussia si rifiuti di ospitare una sua base militare?’ E io ho sempre risposto che da quel che ne so Minsk non ha mai negato niente a Mosca, dal momento che dal 2015 non è stata avanzata nessuna richiesta di questo genere”, ha dichiarato l’ambasciatore russo.

Babich ha poi aggiunto che la Russia non ha bisogno di una base militare in Bielorussia, perché “qualsiasi compito militare è garantito per essere risolto dalle capacità esistenti”.

In precedenza, alcuni media avevano riferito che erano in corso delle trattative tra Mosca e Minsk riguardo l’apertura di una base aerea russa sul territorio bielorusso. Nell’ottobre del 2015, il presidente della Bielorussia, Aleksandr Lukašenko, ha affermato che, dal punto di vista militare, l’apertura di una base militare russa non è necessaria né per Minsk né per Mosca.
L’anno scorso, tornando nuovamente sulla questione, Lukašenko ha ribadito che a Mosca non serve aprire una base militare in Bielorussia, perché, in virtù dell’alleanza politico-militare esistente tra i due paesi, “l’esercito bielorusso è perfettamente in grado di svolgere i compiti che gli sono stati affidati e di resistere ad eventuali aggressioni”.

Attualmente la Bielorussia ospita due strutture militari russe. Nel 1995, la Russia e la Bielorussia hanno firmato un accordo sull’utilizzo di un sistema di allarme di attacco missilistico e un altro sull’utilizzo della stazione radio di Vileyka. Entrambi gli accordi rimangono in vigore per 25 anni, al termine dei quali potranno essere rinnovati.

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.