Putin agli imprenditori: migliorare il clima per gli investimenti e aumentare la trasparenza

Pubblicato il 15 marzo 2019 alle 9:05 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Vladimir Putin ha inaugurato a Mosca la sessione plenaria dell’Unione Russa degli Impresari e degli Imprenditori (RSPP), l’associazione locale degli industriali, con un appello alla collaborazione tra stato e imprese per garantire la crescita del paese, favorire gli investimenti e garantire trasparenza a investitori e popolazione.

“Ci incontriamo in una fase in cui sono in corso lavori per attuare progetti e piani nazionali per lo sviluppo delle infrastrutture – ha esordito il Presidente russo – E ancora vorrei sottolineare, ne ho già parlato più di una volta e lo ripeto oggi: il business è investire direttamente ed è importante prendere parte attiva a questi progetti. Lancio qui un appello affinché la nostra partnership sia più stretta e produttiva, in modo tale che gli obiettivi che stabiliremo oggi possano diventare il cuore degli investimenti del capitale, delle risorse umane e delle attività economiche. Sul talento degli imprenditori russi, ho pochi dubbi. La crescita della tua competitività significherà il rafforzamento e il progresso dell’intero Paese, nuovi posti di lavoro, miglioramento della qualità della vita dei cittadini della Federazione russa”.

Putin ha sottolineato con favore la partecipazione a diverse gare d’appalto delle imprese russe, che sommate a progetti sottoposti dai privati allo stato, arrivano a una cifra globale di investimento potenziale di 12 mila miliardi di rubli. “Stiamo parlando di investimenti in settori socialmente importanti che sono fondamentali per la crescita dinamica dell’economia e dell’intero paese, nel settore dell’industria, delle alte tecnologie, dei trasporti, delle comunicazioni, ecologia e turismo” – ha spiegato il leader del Cremlino.

Putin ha ricordato che il governo sta lavorando ad una legge per la protezione e la promozione degli investimenti, ma ha sottolineato come “una volta stabilite le regole queste debbano essere rispettate da tutti” e non debbano essere modificate. Il Presidente ha infatti ricordato come non sia possibile continuare a chiedere proroghe per ridurre le emissioni oltre i tempi prestabiliti, né per l’eliminazione di tecnologie obsolete. “Da quest’anno, come sapete, è iniziato il processo di completamento della transizione obbligatoria delle imprese alle migliori tecnologie disponibili, a nuovi standard ambientali. Si tratta di una riduzione al minimo dei danni alla natura e del miglioramento della situazione nei maggiori centri industriali” – ha spiegato Putin, che ha ricordato come, per un paese dalle enormi risorse naturali e ambientali come la Russia, l’ecologia, per troppo tempo ignorata, è fondamentale. 

Putin ha insistito inoltre sul deficit abitativo e delineato un grande piano edile per il miglioramento di appartamenti obsoleti e per la costruzione di nuovi alloggi. 

“Spero che grazie  alla nostra cooperazione, venga compiuto un passo significativo per migliorare il clima degli investimenti e aumentare la trasparenza del contesto imprenditoriale in modo che le condizioni per iniziative imprenditoriali di piccole, medie e grandi imprese corrispondano agli obiettivi strategici su larga scala che il nostro paese deve affrontare” – ha concluso il presidente Putin.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.