Russia-India: siglato accordo per produzione Kalashnikov

Pubblicato il 5 marzo 2019 alle 6:10 in India Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Russia e l’India hanno siglato un accordo che prevede l’apertura di un impianto in India per la produzione di più di 700mila Kalashnikov- A dichiararlo è stato l’amministratore delegato di Rosoboronexport.

L’impianto per la produzione di fucili AK-203 ha aperto le porte all’azienda a Korva, in India. Il progetto prevede la produzione di oltre 700mila armi con localizzazione a fasi della produzione. Lo ha annunciato nella giornata di domenica in una conferenza stampa il direttore del Servizio Federale per la cooperazione tecnico-militare, Dmitry Shugaev.

“Abbiamo siglato con l’India un accordo che prevede l’apertura di un nuvo impianto a Korva per la produzione di più di 700mila fucili AK-203. L’accordo è in linea con i precedenti accordi raggiunti al vertice internazionale”, ha affermato Shugaev, sottolineando che “per il momento il contratto prevede la produzione di oltre 700 mila armi con la graduale e completa localizzazione della produzione”.

Il direttore del Servizio Federale per la cooperazione tecnico-militare ha poi affermato che grazie alla cooperazione tra esperti russi ed indiani si è riusciti a organizzare in India la produzione delle armi più famose del mondo in tempi recordo.

Secondo quanto dichiarato da Shugaev, dunque, il nuovo accordo sottolinea la mutua fiducia tra i due Paesi e la particolare natura del rapporto, anche in un campo sensibile come quello della cooperazione tecnologica e militare.

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Traduzione dal russo redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.