La Colombia ritira il suo ambasciatore dal Venezuela

Pubblicato il 26 febbraio 2019 alle 6:20 in Colombia Venezuela

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’ambasciatore colombiano Germán Castañeda ha confermato su Twitter di aver lasciato il Venezuela su disposizione del ministero degli Esteri del suo Paese.

In precedenza, il presidente del Venezuela Nicolás Maduro aveva annunciato la rottura delle relazioni diplomatiche con Bogotá e aveva dato un giorno di tempo ai diplomatici colombiani per lasciare il Paese.

“Facendo seguito agli ordini ricevuti dal ministero degli Esteri del mio paese, oggi lascio il Venezuela. […] Ho lasciato indietro molti amici venezuelani e auguro loro il meglio”, ha scritto sul suo profilo Twitter Castañeda.

Nel frattempo, tre dipendenti del dipartimento consolare colombiano hanno lasciato il Venezuela a piedi.

I diplomatici avrebbero lasciato il paese con le loro famiglie, attraversando a piedi il confine a San Antonio, accompagnati dalla polizia locale.

Nella giornata di sabato Caracas aveva interrotto le relazioni diplomatiche e politiche con Bogotá. Le autorità colombiane, in risposta all’ultimatum di Maduro, hanno dichiarato che avrebbero ritirato i propri diplomatici il prima possibile.

Le relazioni tra i due paesi sono sempre state tese  e negli ultimi mesi la situazione è peggiorata sullo sfondo della crisi politica in Venezuela e dei tentativi di Washington di far entrare aiuti umanitari attraverso la Colombia.

Alla fine di gennaio, l’opposizione venezuelana ha tentato un colpo di stato e il presidente del parlamento, Juan Guaidó, si è autoproclamato presidente a interim del Paese. Questa azione è stata appoggiata dagli Stati Uniti e da oltre 20 paesi.

Maduro, che rimane attualmente il legittimo presidente costituzionalmente eletto del paese caraibico, è sostenuto da diversi paesi tra cui spiccano Cuba, partner storico di Caracas, Russia, Messico, Cina, Turchia e Indonesia.

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Traduzione dallo spagnolo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.