Siria e Ucraina: Putin chiama Macron

Pubblicato il 18 febbraio 2019 alle 8:46 in Francia Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente russo Vladimir Putin ha chiamato l’omologo francese Emmanuel Macron sabato 16 febbraio, riferisce l’ufficio stampa del Cremlino. I due leader hanno discusso della situazione in Siria e in Ucraina.

 Vladimir Putin ha informato Emmanuel Macron sugli accordi raggiunti il 14 febbraio a Sochi durante la riunione dei capi di stato di Turchia, Russia e Iran – i garanti del processo di Astana per promuovere il dialogo e la normalizzazione della situazione in Siria. “Entrambe le parti hanno rilevato la necessità di promuovere il dialogo politico interno siriano, in primo luogo l’avvio anticipato dei lavori del comitato costituzionale” – si legge nella nota del Cremlino

I presidenti di Francia e Russia hanno discusso della situazione nel nord-est della Siria, così come nella zona di de-escalation di Idlib. Il Presidente russo ha citato i dati a disposizione del Cremlino sulledelle provocazioni da parte di militanti che usano sostanze velenose chimiche. È stata espressa la reciproca intenzione di continuare i contatti russo-francesi sulla Siria al fine di superare le conseguenze del conflitto armato e ristabilire la pace nel paese.

“Macron ha sottolineato la necessità di sforzi per una riforma costituzionale, libere elezioni sotto la supervisione delle Nazioni unite” – si legge in una nota emessa dall’Eliseo, in cui si afferma inoltre che il meccanismo di coordinamento franco-russo sulla Siria “dovrebbe consentire di avanzare in questa direzione con la partecipazione di tutti gli attori coinvolti”. Il Presidente francese ha infine sottolineato la necessità di proseguire la lotta contro l’ISIS e contro le altre formazioni terroristiche che operano nel paese mediorientale.

Parlando dell’Ucraina, Putin ha attirato l’attenzione del suo omologo francese sulla campagna anti-russa in corso in Ucraina in vista delle prossime elezioni presidenziali, riferisce la nota dell’ufficio stampa del Cremlino.

“Durante lo scambio di opinioni sull’Ucraina, Vladimir Putin ha attirato l’attenzione di Emmanuel Macron sulla campagna anti-russa delle autorità di Kiev nel contesto delle prossime elezioni presidenziali a marzo – si legge nella nota – è stato sottolineato che le azioni della controparte ucraina, compresa la decisione di non consentire la presenza di osservatori russi alle elezioni, nonché di rifiutare di organizzare seggi elettorali per gli ucraini residenti in Russia, contraddicono le norme democratiche e i principi dell’OSCE generalmente accettati”.

Nel corso della conversazione è stato accentuato il reciproco atteggiamento di ulteriore collaborazione nell’ambito del “formato Normandia”, per promuovere la regolarizzazione del conflitto. Il formato Normandia o quartetto Normandia è composto da Russia, Ucraina, Francia e Germania e si occupa della crisi in Ucraina orientale, dove le forze del governo centrale di Kiev affrontano le repubbliche separatiste di Donetsk e Lugansk. 

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.