Libia: raid congiunto con USA contro sito di al-Qaeda

Pubblicato il 14 febbraio 2019 alle 11:56 in Libia USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Le forze libiche, insieme a quelle americane, hanno compiuto un raid congiunto contro un sito di al-Qaeda nella città di Ubari, localizzata nel Sud-Ovest della Libia, nella regione del Fezzan.

La notizia è stata annunciata dal portavoce del Consiglio presidenziale di Tripoli, Mohamed El Sallak, il quale ha riferito che nel luogo dell’operazione erano presenti diversi militanti dell’organizzazione terroristica, senza tuttavia fornire ulteriori dettagli. Lo US Africa Command, che è responsabile per le operazioni delle forze americane nell’area, non ha ancora rilasciato alcun commento sull’accaduto.

Lo scorso 9 ottobre, l’Esercito Nazionale Libico (LNA), sotto la guida del generale Khalifa Haftar, uomo forte del governo di Tobruk, ha catturato un militante di al-Qaeda egiziano ricercato dall’Egitto, accusato di aver architettato un’imboscata nel deserto contro la polizia e di aver compiuto altri attacchi di alto profilo. Si tratta di Kisham al-Ashmawy, un ex ufficiale delle forze speciali egiziane, il quale è stato catturato nei pressi di Derna, nelle vicinanze di Al-Maghar, a 265 km dal confine con l’Egitto, insieme alla moglie, al figlio e ad un altro militante chiamato Mohamed Rifai Sorour.

Al momento dell’arresto, Ashmawy indossava una cintura esplosiva, che non è riuscito ad azionare perché immediatamente disarmato dai soldati libici. Tra gli attacchi di alto profilo che gli sono stati attribuiti si ricorda un raid nel 2014 contro alcune guardie di confine egiziane, che morirono in 22 alla frontiera con la Libia.

Il fatto che la cattura di Ashmawy sia avvenuta a Derna è significativo, in quanto la città libica è stata sotto il controllo di gruppi legati ad al-Qaeda dal giugno 2015 fino alla fine del giugno 2018, quando l’Esercito Nazionale Libico l’ha liberata definitivamente dopo più di un mese di combattimenti. Nonostante ciò, un gruppo di militanti fedeli ad Ashmawy dovrebbe trovarsi ancora nella città vecchia di Derna, dove i soldati di Haftar stanno sradicando del tutto i rimanenti islamisti.

Nel frattempo, il ministero dell’Interno del governo di Tripoli, Fathi Bashanga, ha colloquiato con l’assistente del segretario di Stato americano in merito alla cooperazione tra USA e Libia nel campo dell’antiterrorismo, della sicurezza dei confini e della lotta all’immigrazione illegale. L’incontro, avvenuto negli Stati Uniti, ha visto la partecipazione dell’ambasciatore libico a Washington. Gli Stati Uniti, insieme alla Francia, sono stati i principali artefici dell’intervento NATO in Libia nel marzo 2011 che, nell’ottobre dello stesso anno, ha portato al rovesciamento del regime di Muammar Gheddafi.

Una volta iniziato il mandato presidenziale, il 20 gennaio 2017, Donald Trump ha disimpegnato gli USA in Libia. Tale posizione è stata confermata dal leader della Casa Bianca nel corso di una conferenza, il 20 aprile 2017, con l’allora premier italiano, Paolo Gentiloni.

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.