Egitto: Parlamento discute mozione per estendere mandato di al-Sisi

Pubblicato il 6 febbraio 2019 alle 6:01 in Africa Egitto

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Parlamento egiziano sta valutando una mozione per emendare la Costituzione dell’Egitto, al fine permettere al presidente egiziano, Abdel Fattah al-Sisi, di rimanere al potere oltre la scadenza del proprio secondo mandato, fissata per il 2022, e governare altri 12 anni. Gli emendamenti proposti mirano altresì a introdurre la carica di vicepresidente, a rinnovare il Senato e a dare nuovi poteri per nominare giudici e procuratori al presidente.

La mozione, spiega il quotidiano The New Arab, sarà adottata quasi sicuramente dalla legislatura, che è composta da numerosi sostenitori di al-Sisi. L’opposizione egiziana ha già respinto tali modifiche, promuovendo una contro-campagna online per ostacolare l’adozione della mozione. Ad avviso del legislatore Haitham al-Hariri, gli emendamenti rischierebbero l’istaurazione di un “regime dispotico”.

In seguito ai disordini politici del 2011, che hanno portato al rovesciamento del regime di Hosni Mubarak, al potere da 29 anni, hanno messo in ginocchio l’economia dell’Egitto, mettendo in crisi il ramo del turismo, allontanando gli investitori stranieri e riducendo anche la produttività. Da quando al-Sisi è salito al potere, l’8 giugno 2014, ha adottato una serie di riforme provocando un forte discontento tra i cittadini, che tuttavia non è mai sfociato in proteste violente per le strade del Paese. I rari casi in cui si sono svolti cortei, la polizia è prontamente intervenuta per sedarli.

Fin dall’inizio, il governo di al-Sisi ha mostrato il pugno di ferro, vietando le proteste non autorizzate e imprigionando migliaia di persone per reprimere massicciamente ogni forma di dissenso. Dalla cacciata dell’ex presidente islamista Mohamed Morsi, avvenuta il 3 luglio 2013, le autorità egiziane hanno iniziato a lanciare una dura repressione contro la Fratellanza Musulmana, dichiarata organizzazione terrorista nel dicembre 2013, e contro tutti gli oppositori politici.

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.