Crisi Venezuela: Cina pronta a mediare tra governo e opposizione

Pubblicato il 31 gennaio 2019 alle 17:39 in Cina Venezuela

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Cina è pronta ad impegnarsi per promuovere il dialogo tra il governo e l’opposizione venezuelana. A dichiararlo nella giornata di oggi il portavoce del ministero degli Esteri, Geng Shuang.

“La Cina ha ripetutamente invitato tutte le parti a risolvere pacificamente la crisi attraverso il dialogo. Questo è il risultato che tutte le parti sperano e la Cina è pronta ad aiutare”, ha affermato il ministro Geng Shuang in una conferenza stampa, rispondendo alla domanda se Pechino sarà coinvolta nella mediazione.

In precedenza, anche il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov aveva dichiarato che Mosca ha intenzione di cooperare al fine di creare le condizioni per avviare un dialogo tra il governo e l’opposizione venezuelana.

Nel frattempo Londra non esclude sanzioni UE contro la leadership venezuelana, come sottolineato dal Segretario di Stato per gli Affari Esteri e del Commonwealth, Jeremy Hunt.

“Una delle cose che l’Unione Europea fa spesso fa in queste circostanze è imporre sanzioni contro i responsabili […]. Non valutiamo l’imposizione di sanzioni contro l’intero Paese quando è in atto una crisi umanitaria, perché non vogliamo che questa situazione peggiori, ma delle sanzioni mirate contro i funzionari cleptocratici che si sono arricchiti mentre il resto della popolazione soffre la fame, penso che siano necessarie”, ha affermato il ministro degli Esteri il giorno dopo la conversazione con il leader dell’opposizione venezuelana Juan Guaidó.

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Traduzione dallo spagnolo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.