Sea Watch 3: Capitaneria di porto vieta navigazione a mezzo miglio

Pubblicato il 28 gennaio 2019 alle 13:15 in Immigrazione Italia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Capitaneria di porto di Siracusa ha emesso un’ordinanza che vieta la navigazione a mezzo miglio dalla nave Sea Watch 3, la quale si trova ancorata nella Baia di Santa Panagia poiché le è stato vietato l’attracco in porto. Nel frattempo, è terminata la visita di una delegazione di parlamentari, quali Stefania Prestigiacomo, Riccardo Magi e Nicola Frantoianni, accompagnati da una mediatrice culturale, un avvocato, uno psichiatra ed il sindaco di Siracusa sulla Sea Watch 3.

L’imbarcazione, con a bordo 47 migranti, è entrata nelle acque territoriali italiane il 25 gennaio a causa del maltempo, venendo scortata dalla Guardia di Finanza e dalla Guardia Costiera per garantire la sicurezza dell’equipaggio. Dopo la visita, Pretsigiacomo, Frantoianni e Magi hanno lanciato un appello al governo italiano, esortandolo a far sbarcare immediatamente gli stranieri. “Gli sguardi spiritati delle 47 persone che abbiamo incontrato, ascoltato e accarezzato lasciano un segno”, ha commentato Prestigiacomo. Secondo quanto riferito da Frantoianni, i migranti sono molto provati e tra di loro ci sono minori di 14, 15 e 16 anni.

Da alcune testimonianze è emerso che molti migranti hanno trascorso diversi anni in Libia, dove hanno vissuto in uno stato di prigionia, venendo picchiati e torturati. Lo psichiatra Gaetano Sgarlata, che ha accompagnato i tre parlamentari, ha descritto la situazione degli stranieri “penosa”, e che la loro condizione psicologica è precaria.

Da quando è stato nominato ministro dell’Interno, lo scorso primo giugno, il leader della Lega Matteo Salvini ha adottato una politica migratoria intransigente, chiudendo i porti italiani alle imbarcazioni delle ong e delle missioni europee. Ne è conseguito che, nel 2018, l’Italia ha accolto 23.370 stranieri arrivati via mare contro gli oltre 119.000 del 2017, secondo le stime del Ministero dell’Interno. Dal primo al 25 gennaio 2019, invece, sono sbarcati 155 migranti.

La scorsa settimana, sono emerse nuove polemiche in merito all’operazione Sophia da parte delle autorità italiane, le quali hanno lanciato un ultimatum all’Europa, affermando che, se non cambieranno le regole, la missione terminerà. In particolare, Salvini ha affermato che, se qualche Stato che partecipa all’operazione volesse ritirarsi, non sarebbe un problema per l’Italia.

Consulta l’archivio sull’immigrazione di Sicurezza Internazionale, dove troverai centinaia di articoli in ordine cronologico.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.