Qatar investirà 500 milioni di dollari in bond del governo libanese

Pubblicato il 21 gennaio 2019 alle 13:46 in Libano Qatar

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Qatar investirà 500 milioni in obbligazioni sovrane di dollari del Libano per supportare l’economia libanese, secondo quanto annunciato dal Ministero degli Affari Esteri di Doha.

Tale decisione è stata presa dall’emiro qatarino, Sheikh Tamim bin Hamad al Thani, il quale ha compiuto una breve visita presso l’Arab Economic Summit a Beirut, domenica 20 gennaio, durante il quale ha incontrato il presidente libanese, Michel Aoun.

Il ministro degli Esteri del Qatar, Mohammed bin Abdulrahman Al Thani ha sottolineato che il suo Paese si impegnerà sempre per supportare il popolo libanese in nome delle relazioni fraterne che legano i due Stati. “Speriamo nella stabilità e nella prosperità della Repubblica Libanese e del suo popolo, e che l’economia si risollevi”, recita una dichiarazione del ministro diffusa dall’agenzia di stampa qatarina, Qatar News Agency.

Il Libano possiede del terzo debito pubblico più alto al mondo rispetto al PIL e alla crescita stagnante. Secondo il ministro delle finanze libanese, tale situazione potrebbe spingere il Paese a ristrutturare il debito, facilitando la svendita delle obbligazioni sovrane in dollari.

Dalle elezioni dello scorso 6 maggio, il Libano non è ancora riuscito a formare un governo. Si è trattato delle prime votazioni dopo 9 anni. Nel 2009, il Paese mediorientale aveva dovuto affrontare diverse crisi interne aggravate da una serie di attacchi e dai flussi di rifugiati proveniente dalla vicina Siria, dove la guerra civile imperversa da 7 anni. Tra il 2014 e il 2016, il governo e l’opposizione non sono riusciti a trovare un accordo per l’elezione di un nuovo presidente, decidendo per 3 volte di ritardare le elezioni.

La situazione politica, da mesi, è ostacolata dalle tensioni tra i gruppi rivali che hanno presentato domande conflittuali per i portafogli da assegnare in seno al Gabinetto, il quale deve essere formato in linea l’assetto istituzionale libanese. La Costituzione del Libano si basa su un sistema di condivisione confessionale del potere e, di conseguenza, i ruoli istituzionali devono essere assegnati a personalità appartenenti alle diverse religioni, in modo che ogni comunità religiosa abbia una propria quota di seggi riservata in Parlamento.  

Le maggiori cariche dello Stato, inoltre, devono essere ripartite tra le tre confessioni più numerose, facendo sì che il presidente della Repubblica sia un cristiano maronita, il primo ministro un musulmano sunnita, e il presidente del Parlamento un musulmano sciita.

Dal 5 giugno 2017, il Qatar sta vivendo una crisi con gli altri Paesi del Golfo Persico. In tale data, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Bahrein ed Egitto hanno imposto un embargo contro Doha, a causa di un presunto sostegno e finanziamento ad organizzazioni terroristiche. Da parte sua, il Qatar ha sempre negato le accuse, ma si è trovato in una grave condizione di isolamento. 

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.