Immigrazione: gommone di 20 migranti affonda a nord di Tripoli, 3 superstiti

Pubblicato il 19 gennaio 2019 alle 13:54 in Immigrazione Italia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Affondato a nord-est di Tripoli un gommone che trasportava circa 20 migranti. Solo 3 di loro, al momento, sono stati tratti in salvo dalla Marina militare italiana, prima che la Guardia costiera libica iniziasse a coordinare l’intervento.

Nel pomeriggio di venerdì 18 gennaio, nel Mediterraneo centrale, è stato avvistato un gommone in fase di affondamento che trasportava a bordo circa 20 persone. L’imbarcazione si trovava a circa 50 miglia nautiche a nord-est di Tripoli, e ad avvistarla è stato un aereo da pattugliamento marittimo P 72 del 41° Stormo di Sigonella dell’Aeronautica Militare, in volo nell’ambito dell’Operazione Mare Sicuro; a renderlo noto è stata la Marina Militare italiana attraverso un comunicato stampa. L’equipaggio del velivolo, viste le cattive condizioni di galleggiabilità della giornata, ha immediatamente lanciato due zattere di salvataggio vicino al gommone. Successivamente, un elicottero SH 90 della nave Duilio è stato inviato sul posto per proseguire l’operazione di salvataggio, e con due missioni ha recuperato tre naufraghi in ipotermia, uno dall’acqua e due da una delle zattere di salvataggio precedentemente lanciate, mentre altre 3 persone sono state viste in mare senza alcun apparente segno di vita. I tre naufraghi superstiti sono stati trasferiti “in condizioni serie” presso l’ospedale di Lampedusa via elicottero. Le ricerche continuano sotto il coordinamento del Libyan Rescue Coordination Center, che ha assunto la responsabilità del soccorso. Nonostante ciò, anche la Nave Duilio, fa sapere la Marina, sta continuando a prestare supporto nelle ricerche in corso.

L’agenzia di stampa Ansamed ha diffuso i dati dell’OIM, l’Organizzazione Mondiale per le Migrazioni, sabato 19 gennaio, rendendo noto che nei primi 16 giorni di quest’anno sono stati 4.216 i migranti e rifugiati entrati in Europa via mare; si tratta di un dato pari quasi al doppio rispetto ai 2.365 dello stesso periodo del 2018. Secondo le statistiche dell’OIM, l’aumento del flusso irregolare riguarda soprattutto la Spagna, che è la destinazione di arrivo dell’80% degli arrivi totali attraverso il Mediterraneo. Inoltre, l’Oim ha comunicato che dall’inizio del 2019 a oggi, 83 migranti e rifugiati sono morti nel Mediterraneo nel tentativo di raggiungere l’Europa.

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Consultazione delle fonti italiane e redazione a cura di Claudia Castellani

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.