Marocco: impedita l’entrata a 89.000 migranti irregolari nel 2018

Pubblicato il 18 gennaio 2019 alle 19:34 in Immigrazione Marocco

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Secondo le stime del Ministero dell’Interno del Marocco, le autorità hanno impedito a circa 89.000 migranti irregolari di entrare nel Paese nordafricano.

L’agenzia europea della guardia di frontiera e costiera, Frontex, ha reso noto che il Marocco, a partire dai mesi estivi, è divenuto il principale porto di partenza del Nord Africa per tutti i migranti intenzionati a raggiungere l’Europa. La maggior parte degli stranieri che ha attraversato la rotta del Mediterraneo occidentale nel 2018 era originario dei Paesi dell’Africa sub-sahariana, anche se negli ultimi mesi c’è stato un aumento nel numero dei cittadini marocchini che si sono imbarcati alla volta della Spagna.

Complessivamente, l’anno passato le autorità del Marocco hanno smantellato 229 reti di trafficanti di esseri umani. Mentre molti migranti tentano di raggiungere Ceuta e Melilla, due città autonome spagnole situate sulla costa orientale del Paese nordafricano, che sono separate dal suo territorio da una barriera di filo spinato. Molto spesso i migranti cercano di arrivare in Spagna, e quindi nell’Unione Europea, oltrepassandola o tentando di entrare nel territorio via mare.

L’UE ha già fornito 30 dei 140 milioni di euro promessi lo scorso ottobre a Rabat per aiutare le autorità marocchine a contrastare l’immigrazione irregolare, secondo quanto annunciato dall’Alto Rappresentante dell’Unione, Federica Mogherini, nel corso di una conferenza nella capitale del Marocco giovedì 17 gennaio.

Circa la metà degli 111.558 migranti che sono entrati in Europa attraverso il Mediterraneo nel 2018 hanno attraversato la sua porzione occidentale, che collega il Marocco alla Spagna. Le stime dell’Organizzazione Internazionale per la Migrazione (IOM) indicano che, nel 2018, sono morti 2.217 migranti in mare, di cui 744 lungo la tratta del Mediterraneo occidentale.

Consulta l’archivio sull’immigrazione di Sicurezza Internazionale, dove troverai centinaia di articoli in ordine cronologico.

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.