Ministro Esteri Ecuador: per Assange meglio consegnarsi alle autorità

Pubblicato il 11 gennaio 2019 alle 21:00 in Ecuador UK

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il ministro degli esteri dell’Ecuador José Valencia ritiene che per Julian Assange, rifugiato all’interno dell’Ambasciata ecuadoriana a Londra, l’opzione migliore sarebbe quella di consegnarsi alle autorità.

“Sappiamo che la situazione offre due possibili soluzioni per Julian Assange: rimanere a tempo indeterminato nell’Ambasciata o consegnarsi alle autorità. Personalmente ritengo che quest’ultima sia la migliore opzione per lui“, ha dichiarato il ministro degli Esteri Valencia in un’intervista a radio FM Mundo.

Il ministro ha inoltre osservato che da tempo il governo ecuadoriano ha fatto notare ad Assange la necessità di rispettare le norme di comportamento elaborate ad hoc per poter rimanere nella missione diplomatica.

Il fondatore del portale WikiLeaks Julian Assange si nasconde dal 2012 nell’Ambasciata ecuadoriana a Londra a cui ha chiesto asilo per timore di essere estradato dalle autorità svedesi a seguito delle accuse di due donne per presunto stupro. Nonostante il caso sia stato archiviato, Assange rimane sotto asilo per paura di essere estradato negli Stati Uniti, dove potrebbe essere processato per la pubblicazione di documenti militari e diplomatici confidenziali attraverso il suo sito web Wikileaks. In precedenza, il presidente ecuadoriano Lenin Moreno aveva affermato che Assange potrebbe lasciare l’Ambasciata a Londra in qualsiasi momento se saranno rispettati i suoi diritti.

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Traduzione dallo spagnolo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.