Italia-USA: Moavero a cena con Pompeo a Washington

Pubblicato il 5 gennaio 2019 alle 14:52 in Italia USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Ministro degli Esteri italiano si è recato negli Stati Uniti per una missione diplomatica di due giorni incentrata a intensificare le relazioni bilaterali e discutere temi centrali di interesse internazionale, tra cui la stabilizzazione della Libia e dell’area del Mediterraneo, le sanzioni americane contro l’Iran, e le prossime sfide della Nato.

Il Ministro degli Esteri e per la Cooperazione Internazionale italiano, Enzo Moavero Milanesi, si è recato per due giorni a Washington in missione diplomatica, il 3 e il 4 gennaio, ha reso noto la Farnesina. Arrivato sul posto, Moavero è stato affiancato dall’ambasciatore italiano negli USA, Armando Varricchio. Tra gli incontri in agenda, il ministro ha iniziato la prima giornata incontrando esponenti di gruppi di esperti sui rapporti transatlantici, in seguito i co-presidenti della delegazione italo-americana al Congresso, Bill Pascrell e Mark Amodei. A seguire si sono tenuti un incontro con con il Consigliere presidenziale, Jared Kushner, e uno con il Consigliere per la Sicurezza Nazionale, John Bolton, alla Casa Bianca. Un altro meeting si è svolto con Nancy Pelosi, la quale era stata appena rieletta, il 3 gennaio, come speaker della Camera. La visita diplomatica si è conclusa al Dipartimento di Stato americano, dove a cena Moavero ha incontrato il Segretario di Stato americano, Mike Pompeo.

Lo scopo principale della missione era fare il punto sui rapporti diplomatici e di cooperazione bilaterale Italia-USA. Numerosi sono stati i temi in agenda: sicurezza e stabilità nel Mediterraneo, lotta contro il terrorismo, rafforzamento della Nato, protezione dei diritti umani, la questione dei dazi e delle politiche commerciali tra le due sponde dell’Oceano Atlantico. Dopo la cena con il Segretario di Stato USA, Moavero ha reso noto: “Il sostegno americano per la tenuta del sistema dell’UE è confermato a livello bipartisan. C’è interesse a mantenere un rapporto più specifico con il nostro Paese, e ho raccolto reazioni positive al fatto che abbiamo evitato la procedura di infrazione sulla legge di bilancio”. Inoltre, per quanto riguarda le elezioni europee che avranno luogo dal 23 al 26 maggio 2019, l’amministrazione Trump “non fa il tifo in una direzione”, e il ministro ha rilevato che “non c’è interesse per una disgregazione dell’UE”, nonostante il voto sarà decisivo per la direzione futura dell’Unione. Infine, sui timori post Brexit, Moavero ha rassicurato che anche gli USA non vogliono assistere, dall’altra parte dell’oceano, a “molteplici exit”.

Successivamente alla cena tra Pompeo e Moavero, inoltre, una fonte del Dipartimento di Stato ha reso noto che le priorità americane attuali sono principalmente la lotta all’influenza e all’egemonia di Teheran nel Medio Oriente e i commerci equi con l’Europa. Gli USA intendono inoltre rimanere strettamente coordinati con i Paesi europei alleati, mentre inizia il ritiro delle unità militari dalla Siria, e ribadiscono che nonostante tale manovra resta invariata la volontà di continuare a lottare insieme contro l’Isis. Per quanto riguarda le sanzioni sull’Iran, Pompeo ha rilasciato un commento per Newsmax Tv, spiegando che starebbe valutando l’estensione delle esenzioni alle sanzioni concessa ad alcuni Paesi importatori del greggio iraniano. Infine, Washington non intende, al contrario, alleviare le misure contro la Russia.

Pompeo era a sua volta in procinto di partire in missione diplomatica, e ha previsto un lungo tour in Medio Oriente per rassicurare gli alleati nella regione in seguito alla decisione del presidente americano, Donald Trump, di ritirare le truppe dalla Siria e dall’Afghanistan, e le successive dimissioni del capo del Pentagono, James Mattis.

Le basi per questo incontro erano state gettate già a luglio 2018, quando il premier italiano, Giuseppe Conte, si era recato per la prima volta in visita ufficiale alla Casa Bianca, dove aveva personalmente incontrato Trump e discusso delle relazioni bilaterali e di temi e strategie inerenti sicurezza e politica internazionale.

 

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Consultazione delle fonti inglesi e redazione a cura di Claudia Castellani

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.