Capodanno: gli auguri di Putin ai leader internazionali

Pubblicato il 31 dicembre 2018 alle 17:44 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente della Federazione russa Vladimir Putin ha rivolto gli auguri per il nuovo anno a numerosi leader stranieri, comunica il sito ufficiale del Cremlino.

Per quanto riguarda l’Italia, si legge nel comunicato, che “nei messaggi di auguri indirizzati al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e al Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana Giuseppe Conte, il Presidente russo ha osservato che i recenti colloqui a Mosca hanno confermato l’importanza della cooperazione italo-russa nel rafforzamento della sicurezza e della stabilità nel continente europeo”. Putin ha sottolineato che Mosca attribuisce grande importanza al mantenimento di relazioni costruttive e di collaborazione con Roma, nonché all’attuazione di progetti comuni nei settori commerciale ed economico, degli investimenti, energetico, umanitario e in altri ambiti. Inoltre, Putin ha espresso la speranza che nel 2019 sarà possibile espandere la cooperazione bilaterale a beneficio dei popoli dei due paesi, nonché nell’interesse di rafforzare la sicurezza e la stabilità nel continente europeo.

Nel messaggio di auguti al Presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump, in occasione delle vacanze di Natale e Capodanno, Vladimir Putin ha sottolineato che buone relazioni russo-americane sono il fattore più importante per garantire stabilità strategica e sicurezza internazionale e ha confermato che la Russia è aperta al dialogo con gli Stati Uniti sull’agenda più ampia.

Il leader russo ha inviato una lettera d’auguri e per il nuovo anno al presidente della Repubblica turca, Recep Tayyip Erdogan, nella quale ha sottolineato di essere soddisfatto del positivo sviluppo delle relazioni russo-turche.

Al presidente cinese Xi Jinping, Putin ha scritto: “il rapporto tra una partnership di fiducia completa e l’interazione strategica tra la Federazione Russa e la RPC ha raggiunto un livello senza precedenti”. Il Presidente della Federazione russa ha sottolineato lo sviluppo di un dialogo politico significativo, la crescita dinamica del commercio bilaterale, l’avvio positivo della cooperazione interregionale, il “buon ritorno” dal coordinamento degli sforzi di Mosca e Pechino nella risoluzione di urgenti problemi regionali e globali ed ha espresso fiducia che nel prossimo anno, che sarà segno del 70 ° anniversario dell’instaurazione delle relazioni diplomatiche, proseguirà l’efficace lavoro comune sull’agenda bilaterale e internazionale. Vladimir Putin ha augurato a Xi Jinping buona salute, felicità e successo e per il popolo cinese benessere e prosperità.

Putin ha scritto anche al Papa. “Durante gli auguri di Natale e di un felice anno nuovo a Papa Francesco, Vladimir Putin ha espresso la speranza per un ulteriore rafforzamento delle relazioni tra la Russia e il Vaticano al fine di proteggere i valori universali, sostenere gli ideali di giustizia e pace sul pianeta e promuovere il dialogo tra varie confessioni religiose” – riferisce il servizio stampa del Cremlino.

Putin ha scritto al presidente uscente del Brasile, Michel Temer, e al presidente eletto Jair Bolsonaro, che giurerà domani 1 gennaio, nonché alla Regina Elisabetta II e al premier britannico Theresa May nonostante le relazioni tra Mosca e Londra rimangano tese per il caso Skripal’.

Il presidente russo ha scritto inoltre ai leader di Abchazia, Azerbaigian, Armenia, Bielorussia, Kazakistan, Kirghizistan, Moldavia, Tagikistan, Turkmenistan, Uzbekistan, Ossezia del Sud, Argentina, Ungheria, Venezuela, Vietnam, Germania, Grecia, Israele, India, Spagna, Corea, Cuba, Monaco, Serbia, Siria, Slovenia, Finlandia, Francia, Croazia, Repubblica Ceca, Sudafrica e Giappone, nonché ai Segretari Generali o Presidenti di numerose organizzazioni internazionali e a diversi ex capi di stato e di governo tra cui Silvio Berlusconi, Romano Prodi, Nicolas Sarkozt e Gerhard Schroeder.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale 

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.