Siria: intercettati missili lanciati da Israele, probabilmente destinati a colpire Hezbollah

Pubblicato il 26 dicembre 2018 alle 12:31 in Israele Siria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

I media siriani hanno riportato che le forze di difesa aree hanno intercettato una serie di missili lanciati da alcuni caccia israeliani nei pressi della capitale, Damasco.

Il raid, avvenuto martedì 25 dicembre, ha colpito un deposito di armi e ha ferito 3 soldati, secondo quanto riportato dall’agenzia siriana SANA. Una fonte militare rimasta anonima ha spiegato che i razzi sono stati lanciati da aerei da guerra israeliani che si trovavano nello spazio aereo libanese, ma che le forze siriane sono riuscite ad abbatterli quasi tutti. Mercoledì 26 dicembre i media siriani hanno comunicato che Israele ha colpito altresì una base utilizzata da Hezbollah ad Al-Dimas, un deposito di armi a Sabura, presso una base appartenente alla quarta divisione dell’esercito siriano, e il comando della decima divisione militare a Qatana. Inoltre, Hadashot ha riportato che sono state attaccate altresì le difese aeree siriane ad Attal, la 68esima brigata e il 137esimo battaglione a Khan-al-Sheik.

Le Forze di Difesa Israeliane hanno rilasciato un commento su Twitter, dichiarando che il loro sistema di difesa aereo si è attivato in risposta al lancio di missili antiaerei proveniente dalla Siria. Le forze armate israeliane hanno dichiarato che i razzi terra-aria siriani non hanno causato danni o feriti.

Il quotidiano The Times of Israel, tuttavia, ha riportato che l’attacco aereo in Siria avrebbe colpito alcuni funzionari senior di Hezbollah, che si stavano imbarcando su un aereo verso l’Iran. La fonte, rimasta anonima, ha dichiarato di aver ricevuto tali informazioni da alcuni pezzi grossi dell’esercito militare. Alcuni media hanno collegato l’attacco all’arrivo di un cargo jet iraniano nella capitale siriana. La compagnia aerea è stata più volte accusata di aver contrabbandato armi iraniane a Hezbollah, e i media hanno ipotizzato che questo cargo poteva essere l’obiettivo dei raid.

Negli ultimi anni, Israele ha lanciato diversi raid aerei contro la Siria, specialmente a sud di Damasco, contro obiettivi connessi all’Iran, che insieme ai suoi gruppi e alla Russia sostiene il regime del presidente siriano, Bashar al-Assad. Tel Aviv ha accusato Teheran di voler stabilire la sua presenza militare in Siria, per minacciare la sicurezza israeliana e per cercare di trasferire armi d’avanguardia al gruppo terroristico Hezbollah in Libano.

Sicurezza Internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale.

Consultazione delle fonti inglesi e redazione a cura di Chiara Romano

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.