Cisgiordania: sparatoria, morti 2 isareliani e un palestinese

Pubblicato il 13 dicembre 2018 alle 14:19 in Israele Palestina

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Almeno 2 israeliani sono morti, mentre altri 2 sono rimasti feriti in una sparatoria nei territori occupati della Cisgiordania, dopo che i soldati israeliani, la notte tra il 12 e il 13 dicembre, avevano ucciso 3 palestinesi in un’operazione separata.

Secondo quanto riferito dalle forze israeliane, un uomo palestinese ha aperto il fuoco nei pressi di una fermata degli autobus. L’accaduto è stato confermato dal capo dei servizi di emergenza israeliani, Eli Bin, senza tuttavia rendere note le identità delle vittime. L’incidente è avvenuto vicino all’insediamento di Ofra, nella Cisgiordania centrale. L’aggressore è morto per il fuoco delle guardie israeliane. La notte precedente, le forze israeliane hanno uccisi 3 palestinesi, accusati di essere coinvolti in attentati contro Israele, e ne hanno arrestati altri 38.

Hamas, che governa la Striscia di Gaza, ha lodato la sparatoria, affermando che ha dimostrato che la resistenza è ancora attiva in Cisgiordania. Tali episodi sono avvenuti a pochi giorni di distanza di due attacchi separati. L’11 dicembre, le forze israeliane avevano sparato ad un ragazzo palestinese in un villaggio occupato in Cisgiordania, dopo che questo aveva cercato di attaccarle alla guida di un’automobile, nei pressi di un check-point.

Il giovane è stato identificato essere il 27enne Omar Hassna Awad, originario di Ishana, a Hebron. In un attacco separato nel Nord della Valle del Giordano, un uomo palestinese alla guida di un’auto aveva cercato di travolgere un gruppo di ufficiali di confine, che hanno aperto il fuoco. In questo caso, l’attentatore è stato arrestato, senza rimanere ferito.

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Sofia Cecinini

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.