Russia al secondo posto dopo USA per vendite di armi

Pubblicato il 10 dicembre 2018 alle 18:12 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Per la prima volta dagli anni 2000, la Federazione Russa è tornata ad occupare il secondo posto per la vendita di armi. Ad annunciarlo l’Istituto Internazionale di Ricerche sulla Pace di Stoccolma (SIPRI).

Le vendite di armamenti da parte di aziende russe rappresentano il 9,5% del totale mondiale. Al primo posto ci sono gli Stati Uniti, con il 57%, mentre al terzo la Gran Bretagna, con il 9%.

Secondo quanto dichiarato dal ricercatore Simon Wesemann, dal 2011 le imprese russe hanno aumentato significativamente le vendite grazie al programma di modernizzazione delle armi nel paese.

Inoltre, per la prima volta, la compagnia russa Almaz-Antey, che produce armi per la difesa aerea e la difesa antimissile, è entrata nella top ten dei maggiori produttori di armi.

Secondo le stime del SIPRI, negli ultimi tempi nove società su dieci incluse nel rating hanno aumentato le vendite, in particolare la United Engine Corporation, che ha registrato una crescita del 25%.

Il rapporto riferisce inoltre che, rispetto al 2002, le vendite totali dei cento maggiori produttori mondiali di armi e servizi militari sono aumentate nel 2017 del 44%, sfiorando i 400 miliardi di dollari.

Lo Stockholm International Peace Research Institute (SIPRI) è un istituto internazionale indipendente, fondato nel 1966 per commemorare i 150 anni di pace ininterrotta in Svezia, che si occupa di peace studies.

Il suo compito è quello di condurre ricerche scientifiche in materia di conflitti e cooperazione, di importanza per la pace e la sicurezza internazionale, allo scopo di contribuire a una comprensione delle condizioni per soluzioni pacifiche ai conflitti internazionali e per una pace stabile.

Attraverso le sue ricerche il SIPRI rende accessibili informazioni imparziali su sviluppo degli armamenti, spese militari, produzione e commercio di armi, controllo degli armamenti e disarmo, oltre che su conflitti, prevenzione dei conflitti, sicurezza regionale e industria della difesa.

 

Sicurezza internazionale è il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.